LA MEDITAZIONE DEL GIORNO A CURA DI DON GAETANO

LUNEDI’ DELLA XIII SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, essendo Gesù giunto all’altra riva del mare di Tiberiade, nel paese dei Gadareni, due indemoniati, uscendo dai sepolcri, gli vennero incontro; erano tanto furiosi che nessuno poteva più passare per quella strada. Cominciarono a gridare: “Che cosa abbiamo noi in comune con te, Figlio di Dio? Sei venuto qui prima del tempo a tormentarci?”. A qualche distanza da loro c’era una numerosa mandria di porci a pascolare; e i demoni presero a scongiurarlo dicendo: “Se ci scacci, mandaci in quella mandria”. Egli disse loro: “Andate!”. Ed essi, usciti dai corpi degli uomini, entrarono in quelli dei porci: ed ecco tutta la mandria si precipitò dal dirupo nel mare e perì nei flutti. I mandriani allora fuggirono ed entrati in città raccontarono ogni cosa e il fatto degli indemoniati. Tutta la città allora uscì incontro a Gesù e, vistolo, lo pregarono che si allontanasse dal loro territorio. ( Mt 8, 28-34 )

La venuta di Gesù mette in confusione il Maligno: i demoni devono credergli il posto che loro avevano occupato! Tutti gli uomini sono stati riscattati dal Sangue dell’Agnello e ritornano ad essere Tempio del Signore. Ogni uomo, però, deve fare la sua scelta: deve credere in Gesù e a lui affidare tutta la vita! Il Regno di Dio che Gesù è venuto a instaurare è aperto e vi entrano tutti quelli che lo vogliono nella sincera conversione del cuore. Nel nostro tempo i demoni sembrano aver occupato i cuori di molti perché la maggior parte dell’umanità si è allontanata da Gesù e non conosce più il suo amore onnipotente. Noi, suoi discepoli, diamo buona Testimonianza della nostra fede e facciamo conoscere l’amore di Gesù che vince il maligno e ci libera dalla sua schiavitù e dai suoi tormenti.

*Buona giornata*. Vi benedico. Don Gaetano