La Meditazione del giorno a cura di Don Gaetano

 

 

Gesù alzati gli occhi al cielo prego’ dicendo: non prego solo per questi, ma anche per quelli che crederanno in me mediante la loro parola, perché tutti siano una cosa sola. Come tu, Padre, sei in me e io in te, così siano anch’essi in noi, perché il mondo creda che tu mi hai mandato. E la gloria che hai dato a me io l’ho dato a loro, perché siano una cosa sola, come noi siamo una cosa sola. Io in loro e tu in me perché siano perfetti nell’unità e il mondo conosca che tu mi hai mandato e che li hai amato come hai amato me” ( Gv 17, 20-26 ).

Prima di morire e offrire la sua vita per noi, Gesù nel cenacolo ha pregato il Padre per i suoi discepoli e per noi che avremmo creduto in lui mediante la loro parola. _Cosa ha chiesto?_ Quello che noi tante volte chiediamo per la salute, la Provvidenza, la protezione?…No! Ha chiesto che potessimo sperimentare il mistero grande che unisce Lui al Padre: la perfetta unità in loro! Da questa esperienza trinitaria viene a noi ogni bene, tutte le benedizioni e nessuna cosa ci mancherà. Questa è la testimonianza che il mondo cerca da noi discepoli del Signore*. Se diciamo di aver conosciuto Gesù e lo seguiamo,  la prova convincente sarà quella di essere una sola cosa tra noi credenti  :  una sola cosa come il Padre e il Figlio lo sono nell’unità dello Spirito Santo!  Preghiamo in questo mese dedicato al Cuore Sacratissino di Gesù perché riceviamo da Lui la fiamma viva del suo amore che ci porti a vivere nella perfetta unità.

*Buon inizio del mese di giugno*. Buona giornata. Con l’intercessione di San Giustino martire vi benedico. Don Gaetano