La meditazione del giorno a cura di Don Gaetano

MARTEDI‘ DELLA XXX SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, diceva Gesù: «A che cosa è simile il regno di Dio, e a che cosa lo posso paragonare? È simile a un granello di senape, che un uomo prese e gettò nel suo giardino; crebbe, divenne un albero e gli uccelli del cielo vennero a fare il nido fra i suoi rami».
E disse ancora: «A che cosa posso paragonare il regno di Dio? È simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata». ( Lc 13, 18-21 )

Il Regno dei cieli che Gesù è venuto a portarci chiede che sia accolto nei nostri cuori come la terra accoglie il piu piccolo dei semi dell’orto – il granello di senape; e che si lasci agire nell’intimo della nostra anima come il lievito nella farina. Sembra all’apparenza che non abbia alcuna efficacia quella Parola di vita che ho ascoltato e che mi ha dato gioia e speranza: puo’ questa sola Parola cambiare la mia vita? Puo’ questa ispirazione dello Spirito Santo fare di me una creatura nuova? Se io accolgo con viva fede il Regno di Dio cosi come si presenta e non disprezzo la sua apparente umile presenza e se con perseveranza, giorno dopo giorno, metto a sua completa disposizione la mia libertà, ecco che si compie il miracolo! Adagio, adagio la mia vita cambia e tutto si conforma alla volontà del Signore. Questa è la santità che il Signore ci propone: Lui stesso ci trasforma in creature divine se assecondiamo in tutto la sua divina volontà. Alla vigilia della grande solennità di tutti i Santi chiediamo per loro intercessione di poterli seguire in questa strada di piena obbedienza per condividere un giorno la loro stessa gloria.

Buona giornata. Vi benedico. Don Gaetano