Commissione Europea vuole abolire cambio da ora solare a legale

Ora Legale
(Websource)

Dopo aver analizzato i risultati di un sondaggio proposto ai cittadini dell’UE, la Commissione Europea proporrà l’abolizione del passaggio dall’ora solare a quella legale.

Il cambio dell’ora da solare a legale potrebbe essere abolito nei prossimi mesi, a dichiararlo ad un emittente tedesca è il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Junker. In realtà la proposta era già stata presentata al parlamento europeo lo scorso febbraio, ma era stata bocciata. La Commissione Europea ha quindi lanciato una consultazione tra i cittadini che ha visto la partecipazione di 4,6 milioni di persone. I risultati della consultazione hanno dato ragione a chi era favorevole all’abolizione del cambio d’ora (principalmente paesi nordici e dell’est Europa): circa l’80% infatti degli intervistati si è espresso in favore dell’abolizione del cambio dell’ora da solare a legale.

Abolizione del cambio dell’ora da solare a legale, Juncker: “Terremo solo quella legale”

Il presidente della Commissione Europea si è detto favorevole all’abolizione del cambio nel rispetto della volontà dei cittadini, dichiarando: “Milioni di persone hanno risposto e credono che dovrebbe essere così”. Possibile, quindi, che già in questi giorni venga presentata una proposta di legge a riguardo, questo ovviamente non garantisce che la proposta venga approvata, poiché è necessario che i governi dei 28 Paesi membri e i deputati dell’europarlamento si esprimano favorevolmente alla modifica.

La consultazione appena conclusa, infatti, non ha un valore vincolante (non trattandosi di un referendum) quindi servirà solamente come base sul quale fondare l’analisi per la decisione finale del parlamento europeo, come ricordato dalla portavoce della Commissione Europea Margaritis Schinas: “Non è un referendum, è una consultazione, e terremo conto nella nostra analisi in modo debito di tutti gli aspetti legati ai contributi ricevuti”. Qualora la proposta venisse approvata rimarrebbe solamente l’ora legale, ovvero quella estiva che prevede attualmente lo spostamento delle lancette di un’ora in avanti per permettere ai cittadini di godere maggiormente dei raggi del sole.

Luca Scapatello