La Cirinnà: Farò lo sciopero della fame se non si approveranno le unioni civili.

130441724-e2b279aa-5512-47e4-9e87-c520e68297e5

La Signora Cirinnà sembra non abbia altre priorità nella vita , se non quella di scristianizzare il nostro paese, e cerca di farlo in tutti i modi possibili e immaginabili. La sua ultima uscita (a dire il vero una delle tante) la minaccia dello sciopero della fame se entro gennaio non verranno approvate le unioni civili. Ma la carissima Monica non si professava una cattolica praticante e devota. Ci spieghi come mai intenda fare uno sciopero della fame per far approvare una legge iniqua e contraria alla dottrina della chiesa cattolica, non dovrebbe una buona credente come lei essere sottomessa al magistero della chiesa come del resto tutti i fedeli. E poi visto quello che sta accadendo nel mondo dove si è scatenata la persecuzione nei confronti dei cristiani, i dati dell’ONU riguardanti i l 2014 sono sconcertanti , infatti solo in questo anno nel mondo sono stati uccisi la bellezza di 162,000 cristiani a causa della loro fede. Non sarebbe più opportuno digiunare e  pregare per questi nostri fratelli che rischiano il martirio ogni giorno vista la ferocia delle persecuzioni.

Il nostro sta diventando uno strano paese dove uno come Vittorio Sgarbi che si professa ateo difende la presenza del crocifisso nelle scuole, e la giustifica in modo inappellabile. Mentre la Senatrice Cirinnà vuole a tutti i costi far approvare una legge che va contro la sua dottrina e il suo credo. Chi ci capisce è bravo!

Vi proponiamo le sue parole riportate da una intervista radiofonica rilasciata alla nota trasmissione un Giorno da Pecora  in onda su Radio2.   A voi il giudizio noi rimaniamo allibiti .

Le Unioni Civili? “Dobbiamo assolutamente approvarle ed uscire dal Senato entro gennaio 2016″. Così Monica Cirinnà senatrice Pd che ha messo a punto il testo sulle Unioni Civili, oggi al programma di Radio2 Un Giorno da Pecora dove annuncia: “Se entro gennaio la legge non passa, farò uno sciopero della fame”. Chi è che ha osteggiato di più la sua proposta di legge? “Quello che mi ha fatto tribolare più di tutti è Giovanardi. E poi i conservatori, che nel Pd sono meno del 10% ”.