La bella storia di conversione di Juan: da barman senza fede a sacerdote

La bella storia di conversione di Juan: da barman senza fede a sacerdoteCosa porta un ragazzo che ha da sempre preferito la vita dei locali notturni alla fede a diventare un sacerdote? A rispondere a questo quesito ci ha pensato padre Juan de Càceres, giovane sacerdote spagnolo che fino ai 30 anni era proprietario di un bar. Il distacco dalla fede di questo ragazzo è avvenuta come per molti con l’adolescenza. Questo percorso di vita è stato confermato anche dopo la fine della scuola dell’obbligo, finita la quale Juan ha deciso di iscriversi a Giurisprudenza. Gli anni universitari sono stati maggiormente utili a scoprire la sua vocazione per la vita notturna che a portarlo verso una professione, così Juan si decise a lasciare gli studi e ad aprire un locale al centro di Santander quando aveva 28 anni.

Il primo anno al locale è stato perfetto, la novità era piaciuta ai concittadini e il pub era pieno di ragazzi che andavano in cerca di alcolici. Per un periodo, quindi, Juan pensava di aver trovato la sua strada ma, complice anche la crisi economica iniziata nel 2010, ad un tratto le spese superavano i guadagni e lui cominciava a farsi domande sul futuro sia personale (ha confessato che nonostante la folla di gente conosciuta al locale si sentiva solo) che lavorativo. La risposta alle sue turbe è giunta grazie ad un amico di vecchia data che lo ha portato ad alcuni incontri di Chiesa.

Gli incontri in Chiesa gli fanno tornare la fede e presto Juan comprende la sua vocazione

Quegli appuntamenti che erano cominciati come un diversivo, un modo per trovare conforto in un periodo difficile, si sono presto trasformati in una chiave di volta per la sua vita: Juan ha ripreso ad andare a Messa dopo 15 anni di assenza e dopo un anno ha deciso di iscriversi al seminario a Pamplona (scelta necessaria per permettergli di allontanarsi dalla vecchia vita). Solo quest’anno Juan è stato ordinato sacerdote e gli sono state affidate quattro parrocchie nelle vicinanze di Santander: Beranga, Praves, Hazas de Cesto e Solórzano . Quando non si occupa delle parrocchie passa il suo tempo ad insegnare la religione ai giovani e presta orecchio alle proprie problematiche.

Adesso quando gli viene chiesto a cosa deve il suo cambiamento, padre Juan risponde: “Ho accampato qualsiasi tipo di obiezione: il mio lavoro, i miei risparmi, la mia vita. Pensavo che dovevo sistemarmi bene e conoscere una donna che mi facesse felice e con cui potessi costruire una famiglia. Ma Dio è molto insistente!”.

Luca Scapatello