Irlanda: candele accese in tutte le chiese per le vittime di abuso

La Chiesa si sta muovendo per risolvere il problema degli abusi sessuali?

Dal 21 al 24 tutte le conferenze episcopali saranno a Roma per parlare del problema, mentre in Irlanda brilleranno delle candele per le vittime di abuso.

per le vittime di abuso
(Getty images)

Il prossimo 15 febbraio tutte le chiese d’Irlanda accenderanno delle candele di espiazione per i torti fatti alle vittime di abuso sessuale.

Mancano circa 10 giorni all’incontro sugli abusi sessuali perpetrati ai danni dei fedeli da parte di esponenti della Chiesa che si terrà a Roma. Per l’occasione interverranno tutti i vescovi a capo delle Conferenze Episcopali, loro porteranno a papa le testimonianze delle vittime e delle loro famiglie ed insieme al pontefice organizzeranno la rifondazione di un sistema che troppo a lungo ha coperto tali nefandezze.

Intanto in Irlanda ci si prepara alla Giornata di preghiera per i sopravvissuti e le vittime di abusi sessuali. In questo giorno di pentimento e vicinanza alle vittime ed alle loro famiglie, in tutte le cattedrali e le chiese del Paese brilleranno le ‘Candele dell’espiazione‘. Verrà anche recitata la seguente preghiera: “Signore, perdona i nostri molti peccati. Ci addoloriamo e ci pentiamo con tutto il nostro cuore per averti offeso, per i nostri grandi fallimenti e per la nostra negligenza verso i giovani e i vulnerabili… Signore, dona pace alle loro vite spezzate e mostraci la via per uscire dalle tenebre e lasciarci illuminare nella luce della tua Parola”.

Monsignor Martin: “Accendere le candele è segno di pentimento”

A parlare dell’iniziativa con ‘Agensir‘ è il vescovo a capo della Conferenza episcopale irlandese Monsignor Martin.  Martin si dice pronto a portare a papa Francesco le testimonianze di sofferenza raccolte in questi mesi.

Il vescovo, parlando con le vittime e i loro familiari, ha avuto la conferma che l’aver coperto gli errori di questi sacerdoti ha minato la loro fiducia nella Chiesa e la loro fede in Dio. Per tale motivo invita tutti i sacerdoti ad aderire all’iniziativa della ‘Candela dell’espiazione’. Un invito esteso sia alla giornata per le vittime che ai giorni in cui i vescovi ed il papa parleranno della salvaguardia universale dei minori.

“Accendendo queste candele – ha detto monsignor Martin – ricorderemo i nostri fratelli e le nostre sorelle, e le loro famiglie, abbandonati in una sofferenza permanente causata dagli abusi: la cui fiducia è stata profondamente tradita e la loro fede è stata crudelmente messa alla prova”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello