Incredibile: Pellegrino piange lacrime di sangue davanti alla statua della Madonna a Medjugorje

Incredibile esperienza mistica vissuta da Lodovico Pedone nel maggio del 2014 durante un pellegrinaggio a Medjugorje sulla collina delle apparizioni mentre pregava intensamente è avvenuto qualcosa di straordinario ed impensabile ha iniziato a lacrimare sangue dagli occhi dalla bocca dal naso dalle orecchie in maniera copiosa finchè il suo volto si è trasformato in una maschera di sangue.

L’episodio rimasto nell’ombra per diverso tempo è stato portato alla luce dalla giornalista Croata Danijela Sakota che collabora con alcuni giornali locali che ha intervistato il taxista bosniaco Zarko Selak che è stato uno dei testimoni oculari dello strano fenomeno. Racconta Zarko incontrai per caso il signor Lodovico che mi chiese di accompagnarlo alla collina delle apparizioni dove iniziammo la salita insieme ad altre 4 persone , arrivati in cima ci siamo fermati per diverso tempo in preghiera meditativa, il pellegrino si è inginocchiato ed ha iniziato a pregare in maniera molto intensa  davanti alla statua della Madonna è subito dagli occhi prima poi dagli orecchi e anche dal naso è iniziata la lacrimazione di sangue fin che il suo volto si è completamente trasfigurato, il fenomeno è durato circa dieci minuti ed il sangue è colato fin sulle pietre coprendole di sangue. dopo dieci minuti il signor Lodovico è crollato sfinito il figlio che era presente anche lui con un fazzoletto ha asciugato il volto insanguinato del padre e durante l’operazione si è sentito un forte odore di rose tanto è vero che spinto dalla curiosità annusai il fazzoletto e sentii che quel profumo celestiale che tutti avevamo sentito proveniva proprio dal fazzoletto in questione. Il figlio del Pedone ha ripreso la scena è il video che vi mostriamo rimane un documento unico è veramente impressionante, noi per dovere di correttezza non ci pronunciamo sull’accaduto lasciamo a voi il giudizio e quello che possiamo dire è che quello che è accaduto rimane un evento straordinario al quale ciascuno può dare la spiegazione che vuole ma il fatto oggettivo rimane.