Incontra Papa Francesco e ritorna a Messa dopo 40 anni. E’ accaduto al Presidente Boliviano Boliviano Evo Morales

pope-morales_3370344c-860x450_c

E’ accaduto un fatto straordinario che ha sconvolto molti anche quelli più scettici. Il presidente della Bolivia Evo Morales famoso per aver regalato il crocifisso con falce e martello lo scorso luglio nell’incontro avvenuto durante la visita pastorale che Papa Francesco ha effettuato in sud America. Il capo dello stato si è recato a messa in occasione della festa di San Francesco nel suo villaggio natale, è lo ha fatto dopo ben 40 anni di assenza.

Di certo la notizia ha fatto scalpore a divulgarla è stato il sito Terredamerica riprendendo le dichiarazioni fatte dallo stesso, che afferma di essere entrato in chiesa per partecipare ad una messa e che l’evento non si verificava da oltre 40 anni. Il tutto è avvenuto nel paese che gli ha dato i natali Orinoca un villaggio sulle Ande che dista oltre 500 chilometri dalla capitale la Paz. Si è recato a messa proprio il giorno in cui si ricordava san Francesco santo a lui molto caro e come lui stesso lo ha definito “santo dei poveri e dei carenziati”.

Evo Morales ha anche affermato di essersi fermato a lungo in preghiera, Elevando a Dio una supplica in favore del santo Padre : “Ho pregato per la vita di papa Francesco, perché la sua lotta per l’uguaglianza e la solidarietà e contro il sistema capitalista finisca bene”. E ancora, ha ribadito ai microfoni di una radio: “Sono venuto a pregare il nostro Santo patrono San Francesco di Assisi per la vita di nostro fratello papa Francesco, che ci accompagna nella lotta per la pace e la giustizia sociale”.

Questo episodio è venuto a ridimensionare il discusso gesto fatto dal Presidente Boliviano di regalare un crocifisso con falce e martello un gesto ritenuto alquanto trasgressivo e inopportuno, tanto da costringere la sala stampa vaticana ad intervenire sull’accaduto che fece molto scalpore mediatico.