Il “Torrone dei Morti“ da portare in Cielo: ecco una tradizione davvero originale

Un’antica e affascinante storia popolare di Napoli, tramandata nel tempo, racconta che in occasione della solennità di Tutti i Santi e della Commemorazione dei defunti, si prepara un dolce assai particolare.

Non è solo un particolare dolce da preparare ed assaggiare, ma anche un qualcosa che nasconde in sé una “motivazione spirituale”.

torrone
photo web source

La tradizione di un dolce

La Campania, per l’1 e il 2 novembre, affianca alla spiritualità che contraddistingue questi due giorni così importanti per noi credenti, una tradizione popolare in cucina. Una ricetta golosissima e facile viene preparata in occasione della Commemorazione dei Defunti. Una sorta di ricordo di coloro che non ci sono più, ma che ha anche uno sfondo tradizionale spirituale.

La leggenda: il torrone come dono per l’aldilà

Un omaggio che i vivi preparavano per accompagnare i propri cari defunti nel momento del trapasso e del passaggio nell’aldilà. La tradizione racconta che i defunti, una volta saliti in Cielo, “non potevano, di certo, presentarsi a mani vuote”. Quindi, come poter rimediare? Presentarsi con il torrone o, comunque con qualcosa di dolce, permetteva loro l’ingresso definitivo nella Vita Eterna. Come si fa, di solito, quando si va a trovare qualcuno. In questo caso Nostro Signore Gesù.

paradiso
photo web source

Come si prepara il “torrone dei morti”

Una tradizione tramandata ancora oggi. La ricetta che vi proponiamo è per la versione al cioccolato, ma ciò non ci vieta che si possano creare altre varianti, a seconda del nostro gusto.

Vediamo insieme cosa occorre:

  • Crema spalmabile alle nocciole 400 g
  • Cioccolato fondente 300 g
  • Nocciole intere 300 g
  • Cioccolato bianco 500 g

Partiamo con lo sminuzzare 100 gr di cioccolato fondente e a farlo sciogliere nel microonde. Successivamente, prendiamo uno stampo da plumcake e, con l’aiuto di un pennello da cucina, ricopriamo tutto lo stampo in modo uniforme.

Una volta pronto, mettiamolo in freezer a raffreddare per 15 minuti e ripetiamo questo passaggio anche una seconda volta.

LEGGI ANCHE: Amaro Averna: da una ricetta dei monaci l’elisir più famoso

A parte, sminuzziamo tutto il cioccolato bianco e sciogliamo anche questi al microonde. Versiamolo, poi, in una ciotola e, insieme, aggiungiamo anche le nocciole sminuzzate e la crema spalmabile. Mescoliamo tutto per bene.

Riprendiamo lo stampo da plumcake rivestito e versiamo questo composto al suo interno. Rimettiamo in freezer per 5 ore, coprendo la superficie con della carta alluminio.

Trascorso il tempo, tiriamolo fuori dal freezer e, con un coltello, incidiamo lungo tutto il bordo dello stampo, prima di “rovesciarlo” su di un piatto da portata, facendo attenzione a non romperlo.

Un dolce davvero buono e gustoso.

LEGGI ANCHE: Un’antica ricetta d’amore per San Valentino, tramandata da nonna a nipote

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it