Il sogno milionario di un padre per la figlia “speciale” diventa realtà

L’amore di un padre non conosce limiti e di fronte alla necessità particolari della sua bambina, non si arrende e fa tutto e molto di più, per renderla felice, e non solo lei.

Sua figlia soffre di autismo e il suo papà s’ingegna e da vita per lei a qualcosa di straordinario, che diventa un bene anche per tutti gli altri.

ragazzino disabile al parco tematico
photo web source

Un padre e sua figlia affetta da autismo

Un parco tematico per sua figlia e che sia un luogo di totale inclusione. Questo è quello che Gordon, 53 anni, ha costruito per sua figlia Morgan, affetta dal disturbo dello spettro autistico. Il tutto è nato da quando, durante una vacanza in famiglia, la piccola Morgan non riusciva a far amicizia con i suoi coetanei.

Notando la tristezza della ragazzina, suo padre decise di “ingegnarsi” e fare qualcosa per lei. Ovvero, creare uno spazio pubblico a misura di Morgan e di tutti i bambini e ragazzi che hanno il suo stesso problema, affinchè potessero giocare insieme senza alcun problema o pericolo.

Il parco creato su misura per lei

Un posto del genere non esisteva ancora. Ma lui non si è perso d’animo. Da lì è nata l’idea di costruire un parco tematico speciale: il “Morgan’s Wonderland”. Questo parco è sorto a Sant’Antonio in Texas e, qui, tutto possono giocare insieme, sia i ragazzi con disabilità che quelli normodotati.

Non ci sono differenze né barriere: “È un parco per il 100% delle persone, non uno per il 90% o l’80% di loro, è per tutti, non importa quanto siano acute le tue esigenze speciali. Questo era il mio sogno” – ha raccontato Gordon. Un progetto nato quando lui stesso, nel 2005, ha deciso di vendere la sua attività di edilizia residenziale e portare avanti la costruzione del parco.

Non lasciare nessuno escluso

Un’opera immensa, da 51 milioni di dollari, ma che ne è valsa la pena: “Si tratta di non lasciare che nessuno si senta diverso. Questo è quello che abbiamo cercato di fare con questo parco” – ha raccontato ancora il padre di Morgan.

LEGGI ANCHE: Aggrediscono ragazzo autistico, ma si pentono e fanno una promessa

Cosa c’è nel parco acquatico creato

Una raccolta fondi, l’aiuto di medici, architetti, terapisti per portare avanti questo progetto, iniziato nel 2007 e conclusosi nel 2010. Oggi tutti i ragazzi con disabilità possono entrare e giocare in questo parco su misura per loro. L’ingresso è gratuito e il parco è finanziato attraverso donazioni.

Tra le attrazioni del parco vi sono un treno, un parco giochi per bambini ed una ruota panoramica, ma anche un percorso fluviale agibile in sedia a rotelle, aree con acqua calda per aiutare chi ha problemi muscolari, ma soprattutto una dotazione dei braccialetti speciali per monitorare la posizione dei visitatori, utile per le persone con autismo.

Un sogno che è diventato realtà.

Fonte: alicanthe

LEGGI ANCHE: Messa e autismo, la Chiesa si sta muovendo per garantire accoglienza

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]