Il Santo Rosario: i Misteri Gloriosi raccontano la vittoria di Cristo sulla morte

Il Santo Rosario si prega contemplando Misteri diversi ogni giorno, che descrivono gli avvenimenti accaduti nella vita terrena di Gesù e di Maria.

Santo Rosario
Santo Rosario – photo web source

Il lunedì e il sabato le nostre preghiere e le nostre siano rivolti a contemplare i Misteri della Gioia (Gaudiosi); il martedì e il venerdì i Misteri del Dolore (Dolorosi); il mercoledì e la domenica i Misteri della Gloria (Gloriosi); il giovedì i Misteri della Luce (Luminosi).
In questo mese di Ottobre, interamente dedicato al Santo Rosario, ripercorreremo i Misteri, nel dettaglio, con l’aiuto di alcuni Santi che, per mezzo di essi, hanno cambiato la loro vita e quella altrui.

Santo Rosario: i Misteri della Gloria

I Misteri della Gloria parlano della vittoria di Cristo sulla morte e di ciò che accade dopo quel momento, che cambiò le sorti dell’umanità e della storia. Gesù, dopo essere stato sepolto nel sepolcro, come un comune mortale, raggiunse coloro che, assopiti nel sonno della morte, lo attendevano negli Inferi.

Quello era il luogo dove le anime sostavano, in attesa di risorgere e non avrebbero potuto farlo senza quel sacrifico di Cristo. Da quel luogo, Cristo riportò in cielo le anime giuste che aspettavano di essere liberate. Gesù restò nel sepolcro, dalla sera del Venerdì fino all’alba del giorno dopo la festa del Sabato ebraico, quindi la Domenica di Pasqua. Poi, si manifestò agli Apostoli (primo Mistero Glorioso: La risurrezione di Gesù).

Da quel momento e per i successivi 40 giorni, Gesù si mostrò a coloro che gli erano stati accanto in vita e a Maria. Mostrò loro di essere risuscitato dai morti, come promesso, e che ciò che aveva predicato si avverava. E’ l’ultimo capitolo della vita terrena di Gesù; ora è pronto per tornare al Padre, al Regno dove attenderà tutti noi (secondo Mistero Glorioso: L’Ascensione di Gesù al cielo).

Gesù promette che non lascerà i suoi seguaci soli sulla terra. Loro -che avranno il compito di diffondere e testimoniare il suo messaggio- riceveranno anche la forza di cambiare il mondo, a costo della vita. Agli Apostoli, nascosti, timorosi nel cenacolo, riuniti con Maria Vergine, giunge quella forza, come Gesù aveva loro annunciato. Lo Spirito Consolatore, lo Spirito Santo di Dio li investe, dando loro nuovo vigore e speranza, a 50 giorni dalla Pasqua di resurrezione (terzo Mistero Glorioso: La discesa dello Spirito Santo nel Cenacolo).

L’Assunzione di Maria al cielo

Dopo la morte del figlio, furono certamente gli Apostoli a prendersi cura di Maria ed in particolare colui al quale, dalla croce, Gesù l’aveva affidata. Dopo la sua morte, la Mamma celeste e senza macchia di peccato (come e dopo Gesù) fu l’unica persona a cui fu concesso di essere in carne ed ossa, sin da subito, alla presenza di Dio, in Paradiso, per la vita eterna. Ed è questo in significato dell’Assunzione della Vergine; ed è questo il segno del compimento della promessa -anche per noi- della risurrezione della carne, dopo il Giudizio universale finale (quarto Mistero Glorioso: L’Assunzione di Maria al cielo).

Santo Rosario - Ascensione

In cielo, Maria assunse il ruolo che le spettava, quello di Regina con una miriade di appellativi che ne descrivono la singolarità. Lei, è coronata protettrice di ogni creatura, in cielo e in terra (quinto Mistero Glorioso: L’incoronazione di Maria Regina del cielo e della terra).

A proposito di persone a cui la pratica del Santo Rosario ha cambiato la vita, vi invitiamo a leggere la storia di San Luigi Maria Grignion de Montfort.

Antonella Sanicanti

© riproduzione riservata

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]