Il sabato, giorno dedicato a Maria Santissima

Schermata 2015-03-28 alle 02.58.36
Oggi, sabato, è un giorno opportuno perché meditiamo sulla vita di fede della Vergine e imploriamo il suo aiuto per crescere sempre di più in questa virtù teologale. Fin dai primi secoli i cristiani hanno dedicato questo giorno della settimana a onorare in modo particolare la Madonna. Alcuni teologi, del passato o di tempi più recenti, indicano ragioni di convenienza per onorare nostra Madre del cielo in questa giornata. Fra gli altri, perché il sabato fu per Dio il giorno di riposo, e la Vergine fu colei nella quale – come scrive san Pier Damiani – “per il mistero dell’incarnazione Dio riposò come in un letto santissimo”; il sabato è anche preparazione e introduzione alla domenica, simbolo e segno della festa del cielo, e la santissima Vergine è la preparazione e la via verso Cristo, porta dell’eterna felicità. San Tommaso fa notare che “veneriamo il sabato in onore della gloriosa Vergine che pure in tal giorno serbò la fede in Cristo, sebbene [come uomo] lo sapesse morto”. E poi c’è la ragione dell’amore: noi cristiani sentiamo il bisogno di un giorno particolare per onorare santa Maria.
Fin dall’antichità la sera del sabato, nelle chiese, nelle cappelle, nei santuari, negli oratori si prega o si canta la Salve Regina, o altre preghiere mariane. E molti cristiani si impegnano in questo giorno di onorare la Regina del cielo: scelgono una giaculatoria da ripetere molte volte al giorno; fanno visita a qualche persona ammalata, sola o bisognosa; offrono una mortificazione speciale per questo giorno mariano; si recano a pregare in qualche santuario o chiesa dedicata alla Madonna; dedicano maggior attenzione alle preghiere che le rivolgono: il santo Rosario, l’Angelus o il Regina Coeli, la Salve Regina…
Vi sono molte devozioni mariane, e il cristiano non è tenuto a viverle tutte, però “non possiede la pienezza della fede chi non ne vive nessuna, chi non manifesta in qualche modo il suo amore a Maria.
Coloro che considerano superate le devozioni alla Madonna, dimostrano di essersi lasciati sfuggire il profondo senso cristiano che esse racchiudono e di avere dimenticato la fonte da cui provengono: la fede nella volontà salvifica di Dio Padre, l’amore per Dio Figlio che si fece realmente uomo e nacque da una donna, la fiducia in Dio Spirito Santo che ci santifica con la sua grazia”.
“Se cerchi Maria, “necessariamente” troverai Gesù, e apprenderai – con profondità sempre maggiore – che cosa c’è nel cuore di Dio”. Esaminiamoci su come viviamo abitualmente il sabato, se riserviamo alla Vergine speciali attenzioni di affetto.