Il meraviglioso mondo delle donne offeso da poche “irriducibili” che deridono la Vergine Maria

meraviglioso mondo delle donne offeso da femministe
femministe in protesta

E’ lo stesso mondo delle donne che viene offeso da una protesta fatta in loro nome.
Un volgare e squallido affronto a tutti i cristiani cattolici davanti la cattedrale di Perugia, dove una triste mini manifestazione femminista composta da una ventina di donne attiviste disposte in piazza IV Novembre dove, ricalcando le sacre litanie alla Vergine Maria, inneggiano alla “vulva” (vulva – sostantivo che riguarda il complesso degli organi genitali esterni femminili) in tutte le sue forme, proprio davanti alla chiesa.

Il video (guarda) della performace femminista è stato diffuso su WhatsApp e in poche ore ha fatto migliaia e migliaia di visualizzazioni.
Il fatto risale all’8 marzo (festa della donna).
Il Video è stato ripreso e commentato come potrete sentire da un divertito cittadino dalle finestre dei palazzi antistanti la chiesa nel centro storico perugino.
Le affermazioni oltre che ad offendere milioni di cattolici in tutta Italia, a nostro modo di vedere offende anche la donna stessa trasmettendo l’idea che la donna sia da considerare espressamente o quasi come un passatempo fisico e godereccio.
Ecco le tristissime “litanie” citate con la loro desolante rappresentazione: “Vulva umidissima, godi con noi”, urlano le donne mimando con le braccia il triangolo della vagina. Le invocazioni sono le più disparate (e imbarazzanti): “Vulva extralarge, godi con noi; vulva piena di fluidi, godi con noi”. E ancora: vulva odorosa, vulva deliziosa, vulva squirtante, vulva pulsante, vulva carnosa, vulva gustosissima, vulva miscredente, vulva risucchiante. Godi con noi.

Secondo noi è uno dei punti più bassi toccati dal femminismo moderno stile ’68, in quanto deridere la verginità di Maria, ultimamente definita anche da Michelle Hunziker “mamma di tutte le mamme” sia un offesa anche al meraviglioso universo delle mamme e delle donne (suore e non solo) che scelgono liberamente la castità.
Nella Cattedrale di Perugia è conservato il Sacro Anello, la reliquia dell’anello nuziale di Maria.
Vergine madre di Dio e madre nostra.