Il giudice: “Alfie sta morendo”, il padre: “denuncerò i responsabili per omicidio”

Il giudice: "Alfie sta morendo", il Padre: "denuncerò i responsabili per omicidio"
Alfie col papà


Il giudice: “Alfie sta morendo”; il padre: “Denuncerò i responsabili per Omicidio”

Il giudice proclama che Alfie Evans sta morendo: l’annuncio sembra sia stato dato dal giudice durante udienza in Corte d’Appello britannica, sembrerebbe quasi con soddisfazione. Ma papà Tom non ne vuole sapere e non si arrende ancora, postando un video su Facebook dove anche se si vede Alfie ormai allo stremo, cerca di poter affermare e confermare che suo figlio resiste e che non ha davvero intenzione di morire, “si è ripreso per la terza volta”, che “il guerriero lotta ancora”. “E’ tornato, ha avuto solo un calo, è diventato pallido, le labbra si sono un po’ scurite, ma è tornato”, scrive Tom.
“Voglio solo che tutti sappiano che Alfie si è stabilizzato”, insiste e resiste.

Tom Evans  il papà di Alfie a questo punto, avverte lo staff medico che farà causa ai tre medici dell’Alder Hey Hosipital di Liverpool per cospirazione finalizzata all’omicidio del figlio e fa sapere di aver già preso contatti con investigatori privati per istruire il caso.
Questa informazione si sarebbe appresa da fonti legali durante l’udienza di oggi sul possibile trasferimento in Italia del bambino di fronte alla Corte d’Appello di Londra.

Per chi non l’avesse letta ecco la lettera che il padre di Alfie Scrisse addirittura alla Regina d’Inghilterra:

Tom Evans SCRIVE ALLA REGINA

A Vostra Maestà in Parlamento:
Noi sottoscritti chiediamo umilmente a Vostra Maestà la protezione della vita e della libertà del vostro suddito di 23 mesi, Alfie Evans.
I giudici delle corti di Vostra Maestà hanno dato ordini:
* per uccidere Alfie in un’ora prestabilita presso l’Alder Hey Hospital di Liverpool sospendendo il suo supporto vitale;
* che il giorno e l’ora di quell’omicidio siano tenuti segreti al pubblico per evitare proteste o impedimenti; e
* che Alfie sia detenuto in Alder Hey fino alla sua morte – qualsiasi tentativo di liberarlo sia respinto con la forza e punito con la reclusione”.
Questi ordini crudeli non sono autorizzati da alcuna legge mai approvata in un Parlamento democratico. Invece, i suddetti giudici pretendono di esercitare l’antica giurisdizione autocratica di Vostra Maestà sulla vita e la morte dei suoi sudditi.
Come sudditi leali, ci rifiutiamo di credere che Vostra Maestà abbia mai comandato che tali azioni malvagie siano compiute; e denunciamo la condanna a morte e l’imprigionamento di Alfie come un’usurpazione sediziosa contro Vostra Maestà e la legge della terra.
Non c’è più tempo da perdere.
Attenderemo pazientemente la protezione e la giustizia regale di Vostra Maestà; e nel frattempo, l’esercito di Alfie e la brava gente di Liverpool non staranno fermi a permettere che ciò accada. Non posso impedire che si uniscano e dimostrino al di fuori di nuovo e che facciano di tutto per difendere Alfie da tutti coloro che si preparano a togliergli la vita nelle prossime ore / giorni.
Thomas Evans
e altri