I benefici dell’essere single: è bene imparare a stare da soli

Schermata 2016-01-03 alle 12.23.51

Se non si impara a vivere in solitudine, la relazione sarà sempre una dipendenza dall’altro, per riempire un vuoto

Non avere paura di essere single perché ti senti solo/a, perché se ben vissuto l’essere solo ti aiuta a trovare te stesso/a, a forgiare la tua personalità, a lavorare sui tuoi difetti, a rafforzare le tue virtù, a conoscere le tue qualità, i tuoi punti di forza e di debolezza, a guardare ai tuoi valori e a impararne altri, ad avere chiari i tuoi desideri, ciò che vuoi e cerchi, ad amarti di più per poter amare qualcun altro, ad uscire da te stesso/a, a staccarti da tutto il tuo egoismo, i tuoi rancori, i tuoi risentimenti, le tue amarezze, a curare le tue ferite. Per questo, prima di pensare a trovare la persona ideale, sforzati di essere tu la persona ideale.

Se vuoi amare, ama prima te stesso/a, perché non puoi dare qualcosa che non hai.

Se vuoi valorizzare, valorizza prima te stesso/a, perché non conoscerai il valore che ha una persona se prima non conosci quello che hai tu.

Se vuoi far felice qualcuno, sii prima felice tu, perché altrimenti cercherai solo la tua felicità nell’altro, al punto da renderlo infelice.

Anche se sembra egoismo non lo è, perché nessuno dà ciò che non ha. Amarti in modo corretto, valorzzarti appropriatamente e cercare di essere davvero felice è un compito che hai nei tuoi confronti. In questo modo diventerai più umano/a, scoprirai che la tua gioia più grande è nel darti agli altri e ti preparerai per quella persona che amerai per tutta la vita.

Non puoi stare con qualcuno se prima non impari a stare da solo/a.

Se non impari a vivere in quella solitudine, allora la tua relazione sarà sempre una dipendenza, cercherai sempre di “riempire un vuoto”, e questo non aiuterebbe a crescere come coppia, a maturare come amici, non permetterebbe la nascita di un amore autentico.

Per tutto questo e molto altro, imparare a stare da soli è anche imparare ad amare.

 

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

fonte:aleteia