Holly Butcher, 27 anni: poco prima di morire scrive così su Facebook

Holly morire a soli 27 anni non è facile
Holly Butcher, 27 anni

Holly Butcher, 27 anni, era una persona speciale una  di quelle persone che amano la vita e che tutto poteva pensare tranne che dover fare i conti con la morte, e ritrovarsi a meditare  sulla fine della propria esistenza terrena. Ma non sempre la vita va come deve andare e così Holly come un fulmine a ciel sereno è stata colpita dal sarcoma di Ewing, un raro tumore alle ossa che non le ha lasciato scampo ma pochi giorni prima di morire esattamente il 3 gennaio ha voluto scrivere il suo pensiero su Facebook. Queste parole ci commuovono e  toccano l’anima, davvero questa coraggiosa ragazza ci ha lasciato un grande dono che vogliamo condividere con tutti voi:

 ” È una cosa strana trovarsi a pensare alla morte a soli 27 anni. Non si può essere preparati…
ho sempre pensato a me stessa in vecchiaia, i capelli grigi, una bella famiglia, tanti bambini.
Fa male pensarlo, fa male.
Ora penso che la vita non sia un diritto, ma un dono. Fragile, imprevedibile, preziosa. Ho 27 anni, amo la mia vita e vorrei non doverla lasciare.
Amo la mia famiglia, ma sento che sto perdendo il controllo di tutto. Non scrivo queste righe perchè temo la morte. Siamo ignoranti riguardo questa cosa, anche se sappiamo che è inevitabile. Spesso viene trattata come un tabù, che pensiamo non ci debba mai toccare però, e questo è quello che ci lascia impreparati. Allora voglio solo dire di smetterla di preoccuparsi per le cose piccole, insignificanti. Abbiamo tutti uno stesso destino e bisogna fare ogni cosa per rendere il nostro tempo degno e grande.Quando tendiamo a lamentarci per cose piccole facciamo uno sforzo e pensiamo a chi sta affrontando un vero problema.
Siate grati se il vostro problema è piccolo, sorridete e passateci sopra. Sicuramente ci sono cose fastidiose nelle giornate che si vivono, ma cercate di lasciarvi alle spalle questi piccoli fastidi.

Ricordatevi che ci sono cose più importanti per la salute rispetto all’aspetto fisico. Trovate la felicità mentale, spirituale e forse capirete quanto sia insignificante tutta questa attenzione per un corpo perfetto da piazzare ogni giorno su Facebook.Siate grati per la vostra salute, anche se non vi sentite perfetti. Accettatevi, accettate qualche dolore, qualche imperfezione, e andate sempre avanti. Lagnatevi di meno ed aiutatevi di più!

Date, date, date. Vorrei anche io aver fatto di più per gli altri, è così che si guadagna davvero. Da quando mi sono ammalata ho capito il valore enorme dei gesti spontanei, fatti di getto. Sono stata testimone di parole ed atti incredibili, e porto nel mio cuore una gratitudine immensa per queste persone. È una cosa strana pensare ai soldi quando si sta per morire. Non è che si pensa a cosa ci si può comprare, se un vestito nuovo o l’ennesimo stupido aggeggio. Fa pensare quanto sia sciocco vivere solo per comprare cose. Acquistate per un vostro amico qualcosa di bello al posto di un vestito, a nessuno importa se indossi lo stesso vestito per 3 giorni di seguito. Piuttosto fate un bel pic nic o,meglio ancora, cucinatevi qualcosa insieme. Acquistate un fiore, e soprattutto dite alla persona interessata quanto la amate. Date valore al tempo, alle persone, al tempo passato con le persone. Non rimandate, non lasciatevi sfuggire certi momenti. Condividete, è una delle cose più belle di questa vita. Questo Natale la mia famiglia ha voluto evitare qualsiasi regalo, nonostante ci fosse il solito albero! È stato bello senza tutta quella pressione per fare shopping, comprare e comprare. Solo piccoli pensieri regalati uno all’altro. Potrei apparire retorica, ma quei pensieri hanno significato per me molto più di tanti regali, non è necessario ricevere un regalo per essere felici o per festeggiare qualcosa di importante. Utilizzate i vostri soldi per fare esperienze, non il contrario. Utilizzateli per un viaggio, per una gita al mare. Abbracciatevi con i piedi nell’acqua, bagnatevi il viso, respirate la natura, godetevi quegli istanti invece di fotografarli con il telefonino. La vita non è fatta per essere fotografata, per mostrare un corpo perfetto o un sorriso da cartolina. Cercateli per voi alcuni istanti, non per gli altri. Ascoltate la musica, coccolate il vostro cane, alzatevi presto per ascoltare gli uccelli, parlate con qualcuno e mettete giù il telefono. Lavorare per vivere, non vivere per lavorare. Fate ciò che vi rende felici, e se questo significa mangiare una torta, non sentitevi in colpa! Dite no a quello che realmente non vi piace. Non sentitevi obbligati a fare una vita solo perchè qualcuno vi dice possa essere appagante. Desiderate una vita mediocre? Va bene cosi! Non dimenticatevi di dire ai vostri cari che li amate, fatelo ogni volta che ne avete la possibilità. Abbiate il coraggio di cambiare. Se qualcosa vi rende infelici, cambiate! Non potete conoscere quanto tempo vi è dato per vivere, quindi non sprecatelo. Può apparire scontato, ma è così. Potete sorridere, questi sono piccoli consigli di una ragazza. Oh, un’ultima cosa se possibile: donate il sangue se potete. È un’azione semplice ma molto utile per l’intera umanità. Una donazione può salvare sino a 3 vite umane, quindi coraggio! Le donazioni di sangue mi hanno permesso di poter vivere un anno in più, di poter avere vicina la mia famiglia, il mio ragazzo, il mio cane. Di poter trascorrere un altro anno qui, sulla terra. Di poter vivere i migliori momenti della mia vita”.

Stefano Didio