Gli Angeli Custodi esistono e diventano materia di studio alle università

 

 

 

 

Nasciamo con l’Angelo Custode di fianco, la creatura divina a cui il Signore ci ha affidato sin dalla nostra ideazione.

Non lo vediamo, ma sappiamo che è li per noi, possiamo pregarlo e invocarlo in ogni momento di bisogno, lodare Dio con lui per ogni istante di gioia. E’ un regalo pensato appositamente per noi da Dio che, probabilmente, sin da quando immaginava di creare l’uomo, sapeva che sarebbe stato un essere, spesso sofferente di solitudine. Grazie alla presenza del nostro Angelo personale, abbiano quindi la sicurezza che non saremo mai soli nell’affrontare la vita.

I professori David Etkin, Jelena Ivanova, Susan MacGregor e Alalia Spektor, ricercatori della “York University” del Canada, hanno voluto condurre una ricerca proprio sui nostri sorveglianti speciali, il cui risultato è stato reso ufficialmente pubblico dal periodico “Sage Open”.

Lo studio ha rivelato una statistica dettagliata, secondo cui le persone che credono nell’Angelo Custode, e usufruiscono della sua figura e del suo intervento, sono quelle che nella vita quotidiana corrono un minor numero di rischi e vivono meno disordini psicofisici.

Le interviste per la ricerca sono state somministrate ad un campione di 198 persone. Il 68% di queste hanno dichiarato di sentire chiaramente il loro Angelo influenzarne il comportamento, facendoli spesso diventare più prudenti e risolutivi.

Ad esempio: “Quando è stato chiesto ai partecipanti di giudicare la guida pericolosa in auto, la maggioranza di coloro che non credono all’Angelo Custode ha affermato che guidare a 20 km/h sopra il limite consentito è un atteggiamento rischioso a un livello 2, in una scala da 1 a 5. Mentre la maggioranza di coloro che credono in una “protezione invisibile” assegna un rischio di livello 3.”.

La preghiera più classica all’Angelo Custode è certamente questa: “Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me, che ti fui affidato dalla Pietà celeste. Amen.”.

E nelle parole di questa semplice preghiera è racchiuso tutto l’amore di Dio per noi e la padronanza gentile dell’opera dell’Angelo nella nostra esistenza.