Giovanni XXIII: la miracolosa guarigione di Suor Caterina

Alla figura di Papa Giovanni XXIII è collegata la miracolosa guarigione di Suor Caterina Capitani. A raccontare il miracolo è stata la stessa religiosa.

Giovanni XXIII
(Websource/Archivio)

Dopo che le consorelle le appoggiarono la foto del Papa sullo stomaco, la Suora lo vide apparire accanto a lei e guarì inspiegabilmente.

Papa Giovanni Paolo XXIII

Il pontificato di Roncalli è durato appena 5 anni (’58-’63), ma il suo ricordo è ancora vivo nella mente dei cattolici che hanno vissuto quel periodo e lo hanno sentito parlare. In parte perché quello che divenne Papa Giovanni XXIII aveva mostrato loro di voler essere un Pontefice vicino alle esigenze degli ultimi, in parte perché il suo pontificato è arrivato in un periodo chiave. Roncalli aveva intenzione di apportare una vera e propria rivoluzione all’interno della Chiesa, non solo abolendo la formalità delle visite pastorali e degli incontri con i fedeli, ma cambiando dall’interno la Chiesa.

Proprio Roncalli è stato colui che ha indetto il Concilio Vaticano II, colui che ha voluto affermare la necessità di un’avvicinamento tra tutte le fedi cristiane e di un sodalizio con le altre religioni. Il suo operato è stato portato a termine da Paolo VI e da Giovanni Paolo II. Quest’ultimo ha avuto il compito di tradurre in azioni concrete quanto deliberato all’interno del Concilio. In generale tutti i Papi che lo hanno succeduto sono dei prosecutori dell’indirizzo da lui indicato.

Il miracolo concesso a Suor Caterina Capitani

Papa Giovanni XXIII è stato dichiarato beato nel 2000 da Giovanni Paolo II, ed insieme a quest’ultimo è stato canonizzato da Papa Francesco nel 2014. Ma qual è stato il miracolo che gli ha permesso di essere proclamato Santo? Sappiamo che il miracolo in questione dev’essere avvenuto dopo la morte del soggetto in odore di santificazione ed infatti la testimonianza risale al 1966, tre anni dopo la morte di Papa Roncalli.

Il 22 maggio del 1966 Suor Caterina Capitani sembrava in fin di vita e le consorelle, sapendo della sua devozione per Giovanni XXIII, le poggiarono sullo stomaco un’immaginetta sacra del Pontefice. Nel contempo le suore continuavano a pregare per la sua guarigione e poco dopo questa si alzò dal letto. Disse loro di aver visto Papa Roncalli che le diceva di aver udito le preghiere e che le avrebbe esaudite. Dopo quell’episodio Suor Caterina si è ripresa ed oggi lavora come infermiera ad Agrigento.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]