Giornalista RAI di successo lascia tutto per diventare sacerdote

Dio gli ha completamente stravolto la vita: da conduttore televisivo a sacerdote, pronto a dire il suo “sì” il prossimo 7 dicembre.

fabrizio gatta
photo web source

Lui è Fabrizio Gatta. Un volto noto della televisione italiana che tutti noi abbiamo imparato a conoscere, anche, grazie a “UnoMattina”. Poi la scelta di dire SI a Dio e consacrare a Lui tutta la sua vita.

Da giornalista tv a sacerdote

Lo abbiamo conosciuto come giornalista e conduttore televisivo della Rai. Era uno di quei volti che ci ha fatto compagnia la mattina, dandoci il buongiorno. Ora invece, la sua vita è completamente cambiata: lasciare la tv per dedicarsi a qualcosa di molto “più in alto”.

Fabrizio Gatta, a breve, sarà ordinato sacerdote. In molti non ci crederanno, eppure è così. 7 anni fa, la decisione di ritirarsi dalla tv e di cambiare la sua vita. La laurea in Teologia e l’inizio del suo ministero come Diacono nella città di Sanremo.

Il 7 dicembre, Fabrizio Gatta sarà ordinato sacerdote

Si, proprio dove è diventato diacono e, il prossimo 7 dicembre, all’età di 57 anni, sarà anche ordinato sacerdote. Nel 2013, Gatta raccontava in un’intervista: “Avevo successo, belle auto e belle donne. Non mi mancava nulla. Vivevo un po’ quel senso di onnipotenza che ti dà la notorietà. Ma qualcosa mancava”. E quel qualcosa era Dio.

Com’è nata la sua vocazione?

Scoprire la propria vocazione in età adulta non è semplice. Per questo Fabrizio si confidò con il Cardinal Vallini: “Indubbiamente, una vocazione adulta va soppesata perché si tratta di formare una persona che la vita ha, di fatto, già plasmato. Per questo, quando mi sono recato dal cardinale Agostino Vallini dissi: “Eminenza, io vorrei fare questo cammino. Ho 50 anni, so che è una difficoltà!”. Ma lui mi rispose: “Caro Fabrizio, chi sono io per dire no allo Spirito Santo che ti manda qui, oggi, da me!” – raccontò, nel 2014, al quotidiano Avvenire.

fabrizio gatta e il papa
Fabrizio Gatta e Papa Francesco – photo web source

Da lì, l’inizio del suo cammino che l’ha portato, poi, nel 2019, a laurearsi in Teologia e, da qualche mese, ad essere anche Diacono.

Una notizia che ha colpito molti. Ma, come ben sappiamo, “Dio chiama chi ama”. E Fabrizio è uno di questi.

LEGGI ANCHE: Vocazioni sacerdotali: ecco dove stanno rifiorendo numerose

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]