Gerry Scotti: “Vi racconto la vera tragedia della mia vita”

Gerry racconta il suo più grande dolore
Gerry Scotti

In una recente intervista concessa a ‘La Stampa‘, il famoso conduttore televisivo Gerry Scotti ha raccontato del dolore provato per il fallimento del suo matrimonio: “Per uno con una famiglia come quella nella quale sono cresciuto io, il matrimonio era sacro”. Nel 1991 il presentatore Mediaset si è sposato con Patrizia Grosso, il loro rapporto andava alla grande nei primi anni e dalla loro relazione è nato anche un figlio, Edoardo, ma poi qualcosa si è rotto ed i due hanno concordato per il divorzio.

La separazione dalla moglie per Gerry è stato un duro colpo, si sentiva in colpa per aver rovinato il rapporto con la moglie e provava vergogna per come si era ridotta la sua famiglia: “Quando ho capito che si era rotto un vaso che non si sarebbe più aggiustato ne ho sofferto molto. Non mi sono mai vergognato di niente, ma quando mi sono separato per poi arrivare al divorzio mi vergognavo di aver finito la storia della mia famiglia. Ho dovuto fare le valigie e uscire da casa mia, il posto dove era nato e viveva mio figlio”.

Sebbene si sentisse a pezzi, Scotti ha ricostruito pezzo dopo pezzo la sua autostima e la sua vita, distogliendo il pensiero da quello che considera il suo più grosso fallimento: “Essendo impegnato tutti i giorni con Passaparola, Il Milionario o tutte le cose che in quel frangente occupavano la mia vita, sono riuscito a non cadere nell’errore della commiserazione. Il lavoro è stato la stampella alla quale appoggiarmi. Certo, avrei voluto mantenere un buon rapporto con la madre di Edoardo ma non ci sono riuscito e non ne vado fiero. Avrei preferito diversamente”.

Adesso, quindici anni dopo quel periodo difficile, la vita sentimentale di Scotti è tornata serena grazie alla nuova compagna Gabriella. Una donna che conosceva da tanto tempo e con la quale non era mai riuscito a stabilire un buon rapporto, ma con la quale ha trovato un’inattesa complicità grazie ad un incontro fortuito: “La conoscevo da anni e so che le stavo anche un po’ sui maroni, ma un giorno vado a scuola a prendere mio figlio e me la trovo davanti. Chiacchierando scopriamo non solo che i nostri due figli erano nella stessa classe ma erano diventati migliori amici. Così iniziamo a sentirci e adesso stiamo insieme da più di dieci anni”.