Grazie Napoli! Tutti in fila per salvare Alessandro!

AlessandroGrazie Napoli! Tutti in fila per salvare Alessandro!
Oggi Napoli è campione di solidarietà! Piazza Plebiscito vanta una lunga fila di giovani che sono pronti a fare il test, per verificare se sono idonei a donare il midollo osseo al piccolo Alessandro Maria Montresor.

Ne avevamo parlando anche noi, giorni fa, sperando che (come è poi accaduto) l’appello per salvare il piccolo si propagasse di Social in Social.
E sono stati proprio i Social Network -che questa volta hanno lavorato per il bene- a portare tutti quei ragazzi a rendersi disponibili, per questa gara di solidarietà.
Alessandro rischia la vita; gli rimane poco da vivere, se non trova al più presto un donatore idoneo, e noi speriamo davvero che lo si trovi oggi stesso.

Solo stamane i tamponi usati per i test erano 700, tanto che Michele Franco, Presidente Admo Campania (Associazione Donatori di Midollo Osseo), si è visto costretto a chiederne altri: “Siamo venuti qui con 1.150 tamponi salivari, ce ne restano solo altri 300. Facciamo un appello alle associazioni dei donatori di sangue, Avis, Croce Rossa, Frates, Fidas: se hanno a disposizione delle autoemoteche per fare il prelievo di sangue, li aspettiamo in piazza. Ci sono tanti ragazzi, e noi stiamo terminando i tamponi. Abbiamo già messo in campo tutte le nostre forze”.

Ed ha aggiunto: “Domani dovremmo essere a Caserta, se non avremo tamponi proseguiremo solo con le adesioni per il registro dei donatori e poi le persone saranno chiamate per un altro evento. Lunedì e martedì saremo in università e abbiamo in programma tante altre iniziative in Campania che però abbiamo messo in stand by, finché non arriveranno altri tamponi salivari”.

Intanto, i familiari del piccolo ci fanno sapere che non vogliono, non se la sentono, di rilasciare interviste. E noi rispettiamo il loro volere, perché, come hanno ribadito giustamente: “per piacere niente interviste. Non è il caso, non vogliamo, non ci serve che un nome o l’altro finisca sul giornale o in televisione, noi desideriamo solo che la gara di solidarietà prosegua e si concluda con un miracolo per il piccolo Alessandro”.
Anche noi volgiamo esattamente la stessa cosa. Forza Alessandro!

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI