Festival dei Giovani a Medjugorje: dure parole dell’Arcivescovo di Mostar

Festival dei Giovani
Monsignor Peric

A dare inizio al Festival dei Giovani a Medjugorje è stato l’Arcivescovo polacco Henryk Hoser, inviato dal Santo Padre, diversi mesi fa, per regolare e verificare l’azione pastorale di quel luogo.
L’evento ha visto la partecipazione di tantissimi fedeli e di molti prelati, tutti riuniti per celebrare la Regina della Pace.

Ma, anche in questa occasione, il Vescovo di Mostar (Diocesi a cui Medjugorje appartiene), Monsignor Peric, da sempre avverso a coloro che, invece, seguono assiduamente e si fidano delle apparizioni della Madonna, ha fatto delle affermazioni molto forti: “Il festival dei giovani si organizza all’insaputa e senza approvazione dell’Ordinario del luogo e si organizza nel contesto delle invenzioni e fantasie, circa il presunto compleanno della Madonna”.
Ci si riferisce, in particolare, ad un messaggio affidato a Vicka, una delle veggenti, in cui la Vergine Maria stessa affermava che il 5 Agosto fosse, in effetti, la sua data di nascita, e non l’8 settembre, e che, nel 1984, aveva compiuto 2000 anni.

Da allora, a Medjugorje, questo appuntamento non può essere dimenticato, ma, per coloro che dubitano della veridicità delle apparizioni, risulta essere un affranto:
Monsignor Peric, in merito al Festival dei Giovani, ha anche detto: “Se dunque il 2000esimo compleanno della Madonna di Medjugorje era nel 1984, ciò vuol dire che aveva 16 anni, prima dell’inizio della Nuova era, cioè avanti Cristo. Avrebbe avuto pertanto 16 anni, quando ha dato alla luce Gesù Cristo. Ma, siccome secondo i documenti storici attuali, la nascita di Gesù si colloca tra l’anno 7 e l’anno 6 avanti Cristo, ciò significa che bisogna sottrarre questi 6-7 anni da quegli anni della Madonna. Secondo tale fantasia di Medjugorje, la Madonna avrebbe dato alla luce Gesù all’età di 9 o 10 anni. Ecco quali errori sono nati dalle fantasie di Vlašić. Ma i fanatici di Medjugorje sono pronti a credere anche alle invenzioni più incredibili”.

Ed è così che le accuse diventano molto pesanti e contribuisco a creare dissapori tra i vari esponenti della chiesa e i fedeli stessi.
“Se l’ ‘apparsa’ di Medjugorje cambia il compleanno della vera Madonna, celebrato l’8 settembre, allora dovrebbe spostare anche l’Immacolata Concezione, dall’8 dicembre al 5 novembre, perché tutto concordi perfettamente con il compleanno. Infatti, se si afferma che è nata il 5 agosto, allora dovrebbe avere avuto meno di 8 mesi quando è stata data alla luce”.

Antonella Sanicanti