Ecco cosa accade quando incontri Gesù per davvero..

7kmdagerusalemme

Parto da queste bellissime parole pronunciate da  un sacerdote:

Quello che a me come sacerdote preme più di ogni altra cosa, è che voi possiate dire: io ho visto Gesù, non io ho sentito parlare di Lui, io l’ho proprio incontrato.

L’ho incontrato nella preghiera, l’ho incontrato nel silenzio nell’ascolto, l’ho incontrato nel mio prossimo, ma io l’ho incontrato.

Non posso più tacere quello che ho sperimentato veramente nella mia vita.

 

Ma cosa significa in realtà ho incontrato Cristo nella mia vita? Ce la siamo posti mai questa domanda? se no perchè?. Forse perchè non ci interessa , forse perchè abbiamo cose più importanti a cui pensare, o forse perchè non abbiamo mai incontrato Gesù veramente,  ecco come mai la nostra vita non è cambiata la nostra storia è rimasta la stessa. Il nostro cuore non si è aperto all’amore quello vero che solo il Signore ci può donare.

E siccome non posso più tacere quello che ho sperimentato veramente nella mia vita. Vi racconto la storia del mio incontro con Gesù, che ha cambiato per sempre la mia esistenza.

Premetto che sono stato sempre credente e vengo da una famiglia dove i valori religiosi erano importanti , ma come tutti i ragazzi di solito mi sono un po perso per strada ed ho iniziato a pensare che la fede la religione è qualcosa che ti toglie la libertà che assorbe il tuo tempo, e a 16,17, 18  anni uno erroneamente pensa che ci sono cose molto più importanti a cui dedicarsi. Poi ti dicono se segui la chiesa non puoi fare sesso perchè è vietato, tutto è peccato Dio è uno che non ha altre cose da fare se non quelle di controllarti, ha un libro dove segna i tuoi peccati pronto a punirti, ti toglie la libertà ,non sei più padrone di fare quello che vuoi. Questi sono i luoghi comuni che uno sente ripetersi continuamente, e poi a scuola ti insegnavano pure che la religione è l’oppio dei popoli. Così per 5-6 anni ho smesso di frequentare la chiesa. Mi innamoro di una ragazza che poi è diventata mia moglie, che ha un problema spirituale molto forte, soffre di a causa di una possessione demoniaca, capirai la prima cosa che mi è venuta in mente questa è pazza lei e la sua famiglia. Così vengo invitato ad andare a pregare con loro in un gruppo di preghiera carismatico guidato da un sacerdote che era pure esorcista. La prima volta che vado i sembravano tutti matti cantavano alzavano le mani al cielo erano tutti felici sorridenti , pregavano con strani canti pronunciando parole a me incomprensibili, dopo un po iniziano a pregare su mia moglie in modo particolare il sacerdote e dopo circa un’ora di preghiera viene liberata completamente una grazia anche perchè ci avevano detto che in alcuni casi le persone si liberano anche dopo anni. Ma quello che è accaduto in quella oretta io non lo dimenticherò per il resto della mia vita. E così continuiamo a frequentare questo gruppo io mia moglie e pure mia suocera pensate un po. Ma il mio scetticismo non diminuiva, anche se piano piano cominciavo a sentirmi a mio agio e la preghiera non mi pesava più come prima. Ho iniziato a frequentare la messa domenicale regolarmente, e la mia vita di fede ha iniziato a risorgere anche se mancava qualcosa di fondamentale l’amore per Gesù e per quello che facevo. Il gruppo era numeroso e anche affiatato un giorno viene invitato a pregare con noi e per noi, un grande Carismatico, un Sacerdote noto in tutto il mondo per il suo ministero di Evangelizzazione, di Guarigione e Liberazione.

Inizia a pregare ed io ero vicino a lui, quindi lo potevo osservare molto bene aveva un foglio forse le preghiere che doveva fare o una catechesi chissà. ma poi chiude gli occhi e inizia a pregare in una strana lingua che non conoscevo e con lui tutta l’assemblea, e invitava tutti a lodare Gesù  Signore e lasciare che la lingua si muovesse da sola senza sopprimere quei gemiti inesprimibili che volevano uscire dalla nostra bocca, io devo dire la verità con molta vergogna ho iniziato a farfugliare qualcosa di incomprensibile, le parole uscivano di getto dalla mia bocca il suono era armonioso quasi angelico, lui ha detto spegnete il cervello, non pensate, abbandonatevi e così ho fatto e dal giorno ho ricevuto il dono di cantare in lingue, ma questo l’ho scoperto solamente dopo con il tempo. La preghiera continuava forte, potente, veramente c’era qualcosa di speciale. Così il sacerdote inizia a proclamare che stavano avvenendo numerose guarigioni una persona butta via le stampelle ed inizia a camminare speditamente, un’altra che soffriva di fortissimi dolori alla schiena sente un fuoco e improvvisamente tutti i dolori insopportabili svaniscono in un istante . Poi all’improvviso annuncia un cosa che mi colpisce nel profondo, c’è una persona tra voi che dice di credere ma in realtà ha molti dubbi che lo assillano, che non sente nel suo cuore il vero amore per il Signore, mi è preso un colpo nel vero senso della parola perchè sentivo che stava parlando di me, Ha chiesto un segno a Gesù e quel segno questa sera lo riceverà, è la sua vita cambierà per sempre. Come i discepoli di Emmaus incontrerà il Signore e lo riconoscerà, anche se per molto tempo l’ha incontrato ma non lo ha riconosciuto . Mi sentivo un fuoco nel petto , sentivo come una mano sulla fronte che mi spingeva la testa, mi sono seduto perchè mi sembrava di dover svenire da un momento all’altro, volevo abbandonarmi ma la parte razionale di me  lo impediva. Non mi ero mai sentito così pensavo dentro di me , ma sentivo una voce interiore  che mi diceva lasciati andare, abbandonati. Ma io resistevo mi opponevo con tutte le mie forze. Quasi alla fine della preghiera il Sacerdote annuncia che sarebbe passato in mezzo a noi benedicendo ciascuno con l’ostensorio che conteneva Gesù Sacramentato, era la prima volta che mi capitava . Inizia la processione e lui si ferma banco per banco benedicendo tutti, Quando arriva al mio banco, inizia a benedire con l’ostensorio vengo avvolto da una luce, inizio a sentire una pace una beatitudine mai provata prima, e così per la prima volta nella mia vita perdo il controllo di me stesso e cado in una specie di sonno spirituale, chiamato il riposo nello Spirito dove ero cosciente ma distaccato da tutto, ero felice mi sembrava di stare in paradiso, quello che mi circondava non esisteva più era sparito. Vedevo davanti a me una grande luce che ad un certo punto inizia a diradarsi e mi appare una figura bellissima, in un abito bianco bellissimo lo riconosco era Gesù, lo stesso volto del Gesù Misericordioso di santa Faustina, il cuore mi batteva forte quasi volesse scoppiare , ed inizia parlare e mi dice figlio mio è tanto tempo che ti aspettavo finalmente sei venuto a me,  sei tornato a casa, sono io non aver timore, io sono con te ogni giorno della tua vita e non ti lascerò mai.  Apri la porta del tuo cuore e vedrai le meraviglie del mio Amore. Nelle gioie, nei dolori, nelle sofferenze, nelle difficoltà io sono  sempre con te , ti benedico Figlio mio. Beh da quel giorno so cosa significa essere amati e la presenza di Gesù nella mia vita e divenuta una presenza reale, concreta. Oggi posso dire che Gesù è realmente presente nella vita di ciascuno di noi, e non ci lascia mai soli e quando lo incontri veramente nella tua vita , la tua vita cambia sai che non appartiene più a te ma appartiene a lui, fonte di ogni bene. Quel sacerdote si chiamava Padre Emiliano Tardiff.