Donna musulmana rischia di affogare, ma rifiuta l’aiuto del bagnino per rispettare il suo credo

In questa estate caldissima, andare in spiaggia è sempre un piacere. E, a La Spezia, in località Fiumaretta, qualche giorno fa, il mare era bellissimo; era il tempo ideale per tuffarsi in acqua, visto che il barometro segnava 35 gradi.

Così una donna islamica è entrata in mare, ma con addosso i vestiti, come richiede la sua cultura, e tenendo, tra l’altro,  tra le braccia una bambina di tre anni (anche lei vestita), che certamente voleva dimenarsi e giocare.

A quel punto la donna ha cominciato ad avere qualche problema: il vestito le si era completamente inzuppato e non riusciva più a stare a galla, né a tornare a riva.

Un uomo che l’accompagnava, le si è, allora, avvicinato, prendendo la piccola e portandola in salvo, ma nulla fa fatto per quella che doveva essere la moglie!

C’è da sottolineare che l’uomo era in costume, perché la loro cultura questo lo permette!

La donna, che non sapeva nemmeno nuotare, era, sempre più, in evidente difficoltà, tanto che il bagnino ha deciso di intervenire. Pensate il suo stupore quando, dopo averla raggiunta, ha cercato di afferrarla, ma si è sentito dire: “Via, via!”.

Tutti gli ospiti della spiaggia, si sono messi in allarme, poiché la situazione stava davvero  arrivando all’inverosimile e rischiava di finire in tragedia. L’unico a rimanere indifferente sembrava essere proprio il suo uomo, che non si è più mosso dalla spiaggia.

Grazie a Dio, tra i soccorritori c’era anche una bagnina, che ha raggiunto la donna ed ha fatto in modo di portarla a riva, con l’ausilio del suo collega, che era già in acqua e si è guardato bene dal toccare l’islamica.

“Avrebbe potuto morire affogata, per quel rifiuto ostinato a farsi sorreggere da un uomo: la sua bambina, da terra, la guardava, terrorizzata. Sono stati momenti drammatici.”.

“Il compagno della donna è intervenuto solo dopo, quando era stata tratta in salvo. S’è avvicinato, l’ha richiamata, le ha detto bruscamente di seguirlo, senza un cenno di ringraziamento ai soccorritori. Avevano il volto spaventato, la mamma e la sua bambina.”.

Queste le parole di alcuni presenti.

“Senza l’intervento dei bagnini, sarebbe successa una tragedia, perché la donna rifiutava di essere soccorsa e, dalla riva, l’uomo le faceva cenno di non farsi toccare. C’è da chiedersi quale sicurezza garantisca, un abbigliamento di quel tipo, in mare. Pare che la donna nemmeno sapesse nuotare.”.

Che dire? Che altro aggiungere?