Don Dolindo Ruotolo, l’Immacolata e la Misericordia della Purificazione

Il messaggio di Don Dolindo Ruotolo, in cui si parla della misericordia della purificazione, ha molto da dire alla società moderna, specialmente in un momento delicato e tragico come quello del coronavirus.

Le parole che a Don Dolindo vennero pronunciate da Maria in persona, sembrano quasi preannunciare tutto questo. Il sacerdote napoletano in alcuni suoi testi ha parlato anche della “Misericordia del castigo di Dio”, espressione dal sapore duro ma anche fortemente significativo.

Chi è Don Dolindo Ruotolo

Il “castigo di Dio”, spiega don Dolindo, è una purificazione di Misericordia ch impedisce al demonio di portare anime all’inferno, ponendo un limite al suo potere nel mondo. Seppure sembra che il castigo sia un intervento doloroso, questo diventa atto di purificazione e riporta in auge un ordine che prima non c’era.

Il testo intitolato “Misericordia del castigo di Dio”, di Don Dolindo Ruotolo, è breve, estremamente chiaro e fortemente denso di contenuti. Tutti temi che oggi, bisogna ammettere le cose come stanno, sono finiti fortemente in disparte, dimenticati nello scaffale della storia. Ma in questo modo l’opera del male si fa spazio con maggiore facilità e si avvicina con grande agilità alle sue prede.

La giustizia di Dio è purificazione per l’uomo

Don Dolindo spiega in questo testo che il concetto cattolico di Giustizia e Castigo di Dio, ed è addirittura opera di Misericordia. Don Dolindo venne prima scomunicato a divinis e poi riabilitato dalla Chiesa cattolica, dove attualmente è in corso il processo di canonizzazione. Egli usava l’altare come scrittoio e lo scrittoio come altare, entrando profondamente dentro i concetti che esprimeva grazie all’ispirazione che veniva lui in soccorso dalla Bibbia.

Sapeva bene che non basterebbero tutti i libri del mondo per narrare in pieno la vita e le opere di Gesù Cristo, e che per questo l’unico servizio è quello di donare Lui la nostra vita, attraverso i nostri talenti e le nostre azioni. Per Don Dolindo, la dottrina che compose attraverso i suoi tanti scritti è servizio a Gesù.

Le parole di Maria al sacerdote napoletano

Nel testo “Così ho visto l’Immacolata”, Don Dolindo Ruotolo racconta il suo incontro personale con la Vergine. Che gli disse: “Sono io, Maria Immacolata, Madre di Misericordia. Sono io che debbo ricondurvi a Gesù perchè il mondo ne è tanto lontano e non trova la via per ritornare al Lui essendo così pieno di miserie! Solo una grande misericordia può fare superare al mondo il baratro nel quale è caduto.

Papa Francesco Gesu demonio

Oh, figlie mie, voi non ponderate in quale stato si trova la terra e che cosa sono diventate le anime! Non vedete che Dio è dimenticato, è sconosciuto, che la creatura è idolatra di se stessa, che si esibisce così per darsi, per diventare idolo di ogni passante. Non vedete che la Chiesa languisce e che tutte le sue ricchezze sono sepolte, che i suoi sacerdoti sono inattivi, spesso sono cattivi, e dissipano la vigna del Signore?”.

La Madonna che richiama il suoi figli

Le parole di Maria sono dure ma allo stesso tempo anche piene di misericordia per i suoi figli, che invita a seguire il Signore Gesù nella strada che ha tracciato per noi. Nonostante troppo spesso ci siamo allontanati e abbiamo imboccato il cammino inverso.

Il mondo è diventato un campo di morte, nessuna voce lo risveglia se una grande misericordia non lo solleva”, è scritto nel testo di Don Dolindo. “Che cosa credete voi che sia la misericordia? Essa non è soltanto l’indulgenza ma è anche il rimedio, la medicina, l’operazione chirurgica.

Preghiera Maria Coronavirus

La prima misericordia è la purificazione

La prima misericordia che deve avere questa povera terra, e la Chiesa per prima, deve essere la purificazione. Non vi spaventate, non temete ma è necessario che un uragano terribile passi prima sulla Chiesa e, poi, sul mondo!”, disse Maria a Don Dolindo. “La Chiesa sembrerà quasi abbandonata e da ogni parte la diserteranno i suoi ministri… dovranno chiudersi persino le chiese! Il Signore troncherà con la sua potenza tutti i legami che ora l’avvincono alla terra e la paralizzano!

Hanno trascurato la gloria di Dio per la gloria umana, per il prestigio terreno, per il fasto esteriore e tutto questo fasto sarà ingoiato da una persecuzione terribile, nuova! Allora si vedrà che cosa giovano gli appannaggi umani e come valeva meglio appoggiarsi a Gesù solo che è la vita vera della Chiesa.

Le parole premonitrici

Quando vedrete i Pastori scacciati dalle loro sedi e ridotti in povere case, quando vedrete i sacerdoti privati di ogni loro avere, quando vedrete abolite le grandezze esterne dite che il regno di Dio è imminente! Tutto questo è misericordia non è male!

Gesù voleva regnare dilatando l’amore suo e tante volte glielo hanno impedito. Egli, dunque, disperderà tutto quello che non è suo e colpirà i suoi ministri perchè, privi di ogni umano appoggio, vivano soltanto in Lui e per Lui!

Maria Addolorata

Ecco la misericordia vera ed io non impedirò questo che sembra un rovescio ed è un grande bene perché sono la Madre della misericordia!”

Giovanni Bernardi

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]