Come si organizzano le Diocesi d’Italia per celebrare il Natale

Il Natale si avvicina, in una maniera diversa ed insolita rispetto agli scorsi anni, a causa della pandemia da Coronavirus. Come si stanno organizzando le singole Diocesi d’Italia.

natale
Papa Francesco celebra la Messa della Vigilia di Natale alle ore 19.30 – photo web source

Ogni parrocchia, ogni Diocesi cercherà, sia per la Vigilia di Natale che per il giorno del Santo Natale, di attenersi alle regole dettate dall’ultimo DPCM e confermate dalla CEI.

Un Natale diverso dagli anni scorsi

Un Natale diverso quello che ci apprestiamo a celebrare e a festeggiare. Gesù, come ogni anno, viene in mezzo a noi. Ma quest’anno non potremmo festeggiarlo con i nostri familiari, se non in modo contingentato e distanziato. Nelle nostre parrocchie dovremmo attenerci a scrupolose regole per far sì che sia un Natale sereno, tranquillo e che, soprattutto, non perda il suo centro: l’Incarnazione del Verbo di Dio.

Le regole della CEI

L’ultimo DPCM ha stabilito che sarà possibile partecipare sia alla Santa Messa della Vigilia che a quella del giorno di Natale, nonostante l’Italia sia tutta in zona rossa. Basterà munirsi di autocertificazione e, se possibile, non spostarsi troppo lontano.

Dall’altro lato, anche la CEI ha disposto alcune regole, come ad esempio dare la dispensa ai sacerdoti di poter celebrare, il giorno di Natale, di celebrare anche 4 Messe (il numero massimo, ogni giorno, per ogni sacerdote, è di 3 celebrazioni, ndr), per dare a tutti i fedeli la possibilità di, partecipare sì, ma in modo sicuro e distanziato.

Natale per la Diocesi di Napoli: le celebrazioni del 24, al massimo, alle 18.30

Le singole Diocesi, per quanto possibile, si sono organizzate per vivere il Natale.

La Diocesi di Napoli, ad esempio, ha dato alle singole parrocchie l’input di celebrare la Santa Messa della Vigilia di Natale fra le 17 e le 18.30, in modo da dare la possibilità a tutti i fedeli di tornare a casa entro le 20 al massimo (tenendo sempre presente la validità del coprifuoco in tutta Italia, a partire dalle ore 22).

napoli
L’ultimo Natale a Napoli del card. Sepe – photo web source

Ogni parrocchia della Diocesi partenopea celebrerà il Natale in modo sobrio, con celebrazioni distanziate, pochi cantori ma che, comunque, non faranno perdere lo spirito del Mistero di Dio.

Papa Francesco celebrerà in Vaticano alle ore 19.30

Anche in Vaticano, Papa Francesco celebrerà la Santa Messa della Vigilia alle ore 19.30, per terminare anche lui, entro le ore 22. Una celebrazione alla quale parteciperà un numero ristretto sia di fedeli che di vescovi e cardinali concelebranti, sempre nel pieno rispetto delle norme anti Covid.

La Diocesi di Roma, invece, opterà per celebrare la Santa Messa prima dell’orario scelto dal Santo Padre, quindi prima delle 19.30.

Como e L’Aquila: celebrare con prudenza e con l’aiuto di volontari

La diocesi di Como ha stabilito, invece, che le singole parrocchie abbiano anche dei volontari che accolgano i singoli fedeli, li accompagnino nei posti stabiliti con dovuto distanziamento ed invitino loro all’igienizzazione delle mani e all’uso sempre, in ogni momento della celebrazione, della mascherina.

como
Le regole per un Natale sicuro dettate dal Vescovo di Como – photo web source

Inoltre, saranno sempre gli stessi volontari, dalla celebrazione della Vigilia a quelle del giorno di Natale, ad animare e provvedere al buon funzionamento e partecipazione alla Messa nel pieno rispetto delle norme anti Covid. Qui la celebrazione della Vigilia sarà celebrata alle ore 20.

La Diocesi de L’Aquila, invece, in un messaggio del Cardinale Petrocchi, invita i fedeli “ad essere prudenti e a rispettare le norme per una celebrazione in piena sicurezza“. Le celebrazioni saranno tutte alle 18 per terminare alle 19.30, in concomitanza con la celebrazione del Santo Padre.

Vigilia di Natale a Loreto: la benedizione del Bambinello in piazza

La Diocesi di Loreto (e per la Basilica della Vergine) il giorno 24 sarà un momento speciale e diverso. Alle ore 16.30, nel piazzale antistante la Basilica, sarà benedetto il Bambinello che sarà poi posto nel Presepe. A seguire ci sarà la Celebrazione Eucaristica. Poi, alle ore 20, la celebrazione della Santa Messa della Notte di Natale. Anche qui, tutto terminerà prima delle ore 22.

natale
Il presepe sul Piazzale della Basilica di Loreto – photo web source

Un Natale diverso, contingentato, senza la celebrazione della Santa Messa nella Notte di Natale. Ma accogliamo, comunque e sempre Gesù nei nostri cuori che viene a portarci la Luce vera, nelle nostre vite.

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]