Dio la salva dalla New age: volevano che abortisse!

voleva farla abortireLa setta New age voleva farla abortire, ma lei cominciò a comprendere che stava vivendo in un inganno. Si era avvicinata all’occulto cominciando a praticare “yoga cristiano”, una disciplina che non ha nessun fondamento, per la nostra fede, e che porta in se una miriade di contraddizioni.

“Ebbi occasione di conoscere un libro sullo “yoga cristiano” scritto da un sacerdote. Questo, insieme alla mia grande ignoranza in materia dottrinale, è stata la spinta per scivolare sempre di più nella mentalità New Age.
Avevo 23 anni e mi ero da poco sposata con Dario. Attraverso una collega conobbi e feci mio tutto quel mondo esoterico, che è appunto terreno fertile della mentalità New Age”.

Da li a poco, questa giovane donna si appassionò alla cartomanzia, alla magia, all’astrologia, alla medianicità. Iniziò a credere nella reincarnazione, nell’ufologia, nei guru indiani e divenne un’adepta della setta italiana “La Rosa di Babaji”.
“Piano piano cresceva sempre di più l’odio verso la Chiesa Cattolica. Dio non era una Persona, ma un’energia vitale che “impregnava” tutto l’universo. Animalismo e antispecismo (cioè considerare l’uomo e l’animale sullo stesso piano) mi portarono ad una visione antropologica molto lontana da quella cristiana”.

Nel contempo, i suoi rapporti con il marito cominciarono a risentire del suo cambiamento di rotta. Lui cercava di assecondarla per non perderla, inizialmente, ma non credeva affatto che la sua trasformazione potesse essere positiva.
Dario cercò di capire, di capirmi, anche di tenermi stretta a lui, maldestramente, pur di non perdermi, fino al punto in cui, anche a causa della continua richiesta di soldi che mi veniva fatta, cominciò ad ostacolarmi sul serio”.

Avevano già una figlia, ma le discussioni aumentarono, fino a diventare insopportabile e ad indurli a pensare ad una separazione.
Poi, lei scoprì di essere incinta e che la setta New age voleva farla abortire.
“Rimasi talmente inorridita … Fu uno scossone tale che mi permise di aprire un po’ gli occhi su quello che stavo vivendo! Oggi posso dire che quello scossone fu una Grazia di Dio”.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI