Diari con simboli satanici regalati dalla scuola.

9e11e6df008c39574f7e275c5f0176b4

Reggio Emilia, 18 settembre 2015 – «I diari dei nostri figli contengono giochi con messaggi subliminali a sfondo satanico e sessuale…». La polemica arriva da un gruppo di genitori infuriati e preoccupati per i loro figli che frequentanol’istituto comprensivo Albert Einstein (con sede in città via Gattalupa dove ci sono la scuola primaria Cà Bianca e la scuola secondaria di primo grado, oltre alla succursale di Bagno dove ci sono sia elementari sia medie).

Un caso scoppiato nei primi giorni dell’anno scolastico. L’istituto è tra quelli che distribuisce – lo fanno in diversi ormai anche nella nostra provincia – a tutti i ragazzi lo stesso diario in modo da ‘esonerare’ l’acquisto alle famiglie.

Ma quando mamme e papà hanno visto il diario – stampato dalla casa editrice Demetra (in alto a destra la foto della copertina) – mostrato dai loro figli, hanno notato qualcosa di strano. Tra le pagine ci sono infatti alcuni giochi che dovrebbero essere ‘educativi’ o comunque leggeri. Ma il classico Trova le differenze in questo caso si è rivelato qualcosa di ambiguo.

«Le differenze da cerchiare (come si può notare dalle foto, ndr) sono simboli subliminali che richiamano il satanismo – spiegano allibiti alcuni i genitori – La stella a cinque punte, i tergicristalli che anziché due sono tre e guarda caso sono raffigurati col 666, numero satanico. E poi ancora un caprone con le corna che spunta da un’auto. Un gatto infilzato da un ramo, una donna con la testa da serpente che sta per divorare un uomo. Ma anche le ali da mosca di Belzebù… Potevano fare qualsiasi altro gioco, questo ci sembra poco educativo per ragazzi di elementari e medie».

Qualcuno addirittura ha individuato il simbolo massonico per eccellenza, il triangolo con l’occhio, in alto a sinistra nel disegno. Altri hanno notato pure simboli fallici come un profilattico in testa a un passante. Ma tutto il disegno è ritenuto «forte e inappropriato in termini di linguaggio con mostri e scene violente».

I genitori hanno così gridato allo scandalo e vogliono una spiegazione dalla scuola. Inoltre, starebbero meditando di fare denuncia. Ma nei prossimi giorni inconteranno la dirigente Rossana Rinaldini per chiarire la questione e cercare di adottare le contromisure. «Qualcuno potrebbe dire che ragazzini di 11 anni non associano questi simboli al satanismo perché non lo sanno – concludono i genitori – ma se apprendono questo su un diario scolastico, cresceranno con l’idea che sia tutto normale».

La stessa scuola chiederà spiegazioni alla casa editrice. Poi si cercherà una soluzione. E c’è qualcuno che propone: «Ristampino il diario o ce ne diano un altro. Altrimenti l’unico modo è quello di strappare le pagine in questione dei nostri figli. Ma che un diario fornito dalla stessa scuola proponga immagini del genere, crediamo sia inaccettabile».

di Daniele Petrone

http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio-emilia/simboli-satanici-sesso-diari-scuola-einstein-1.1310467