Detenuti vanno a pranzo con il Papa e ne approfittano per evadere

L’iniziativa promossa era di quelle che dovrebbe servire a premiare i detenuti modello, ma è finita con l’evasione di due di questi: il carcere di Castelfranco Emilia aveva scelto alcuni tra i suoi detenuti per permettergli di partecipare al pranzo con i poveri voluto da Papa Francesco per la giornata di domenica, ma al termine del pasto i volontari che si dovevano occupare di riportare i detenuti in carcere si sono accorti che due di loro erano scomparsi durante il pranzo.

In occasione della sua visita a Bologna, il Papa aveva voluto organizzare un pranzo con mille poveri: al tavolo erano invitati senza tetto, immigrati, e la delegazione di carcerati scelta dai dirigenti dell’istituto penitenziario. L’occasione era troppo ghiotta per non approfittarne ed i due detenuti hanno approfittato della confusione per far perdere le loro tracce e darsi alla macchia.

In seguito all’evasione è stata chiamata la polizia, che ha cominciato le indagini proprio dalla sede della Curia in cui si è tenuto il pranzo. Tra i particolari che destano perplessità in seguito all’accaduto c’è sicuramente la mancanza di un adeguata scorta per la delegazione carceraria, ma sopratutto la scelta dei due detenuti: dai primi rumors, infatti, sembra che si tratti di due cittadini campani che hanno provato diverse volte ad evadere e che sono ritenuto socialmente pericolosi.