Il demonio: Sul matrimonio rivela,“Io non sopporto che si amino!”.

 

ILLUSTRATION - This illustration shows a torn wedding picture and a wedding ring on a table symbolizing divorce, Frankfurt/Oder, Germany, 06 October 2011. 11 out of 1000 marriages were divorced in 2010. This is the highest percentage since reunification. Most of the time it is women who file for divorce. About half of the divorced couples had children who were under age. Photo: Patrick Pleul -ALLIANCE-INFOPHOTO

Perché il diavolo odia il sacramento del Matrimonio?

Il matrimonio è uno dei sacramenti più importanti della Chiesa Cattolica, i tempi moderni hanno visto, però, un calo del numero degli sposalizi che congiunto al numero crescente dei divorzi lo rende una delle pratiche religiose più a rischio. Detto che a comportare questa statistica è la modernità in se (i divorzi sono dovuti molte volte al desiderio, alla tentazione di uno dei due coniugi) viene da chiedersi perché il diavolo sotto forma di tentazione minacci proprio questo sacramento più di altri.

La risposta a questo quesito ci viene fornita in forma indiretta dal diavolo stesso: a riferire la motivazione che porta il diavolo ad odiare il matrimonio è il prete esorcista Sante Babolin (facente parte della diocesi di Padova) durante un ciclo di conferenze in Messico al quotidiano Desde La Fe.

Padre Babolin racconta di un esorcismo in cui il demonio ha preso di mira la sposa di un suo amico,  il demonio si rifiuta di lasciare la donna ed il sacerdote gli chiede il perché di questo accanimento sulla povera sposa di quell’uomo, a questa domanda l’immondo risponde: “Io non sopporto che si amino!”.

Questa affermazione conferma la predilezione del diavolo nell’interferire con il sacramento del matrimonio ma non ne spiega il motivo. Dunque Padre Babolin partendo da questa affermazione spiega ai presenti l’odio del demonio: “Il matrimonio-dice il sacerdote- è il sacramento più vicino all’Eucaristia. Mi spiego. Nell’Eucaristia noi offriamo al Signore il pane e il vino che per azione dello Spirito Santo si convertono nel corpo e sangue di Gesù. Nel sacramento del matrimonio si verifica qualcosa di analogo: per la grazia dello Spirito Santo l’amore umano si converte in amore divino, cosicché, in modo reale e particolare, gli sposi consacrati dal sacramento del matrimonio realizzano quello che dice la Scrittura: Dio è amore, chi conserva l’amore permane in Dio e Dio in lui”.

A questo punto non resta che chiarire in che modo gli sposi si possano difendere dagli attacchi del diavolo per resistere alla tentazione del divorzio. Anche a questo risponde Padre Babolin, il quale afferma che l’unico modo per scacciare il demonio, che si esplica spesso nell’infedeltà coniugale, è quella di recitare una preghiera con il rosario in mano ogni sera.