“Decreto ristori”: come saranno suddivisi gli aiuti economici ai commercianti

Nuove chiusure e nuovo scenario di lockdown nazionale. Ma gli aiuti dello Stato promessi con il “Decreto ristori” dovrebbero arrivare a breve.

aiuti economici
photo web source

Un’apparente boccata d’ossigeno, anche se minima, per tutti coloro che, a causa del nuovo Dpcm, hanno dovuto chiudere in anticipo la loro attività. Arrivano i primi aiuti economici.

Arrivano gli aiuti economici ai commercianti

Aiuti economici in proporzione all’effettivo guadagno perduto a causa della chiusura anticipata prevista dal nuovo Dpcm. Il “Decreto ristori” darebbe una piccola boccata d’ossigeno a tutti coloro che, in particolare bar e ristoranti, hanno dovuto abbassare la serranda prima dell’orario stabilito, per far fronte all’emergenza Coronavirus.

Aiuti economici in base ai guadagni perduti

Aiuti che vanno dai 1000 ai 20000 euro, in base all’attività, al numero di persone “perdute” in questo periodo e, ovviamente, agli incassi mancati. Ogni singola attività riceverà compenso ed aiuto in base alle proprie esigenze. Dal bar che potrà ricevere intorno ai 2900€, al cinema che, invece, ne riceverà intorno ai 17000€.

aiuti economici
photo web source

Aiuti anche alle imprese, ai tassisti e agli alberghi

Tutto questo, però, peserà ancora una volta sulle casse dello Stato e sul debito che, anno dopo anno, si va ad accumulare, intorno al 10,7%. Non solo aiuti ai negozianti, ma anche alle imprese: aiuti “a fondo perduto”, così li hanno chiamati, per far fronte anche alla cassa integrazione dei dipendenti. “Il contributo a fondo perduto riconosciuto dal governo italiano arriva fino a 150.000 euro e mediamente è 14.000 euro, quindi è più generoso del contributo che il governo francese riconosce alle aziende” – ha sottolineato il viceministro all’economia, Misiani.

Arriveranno anche aiuti al comparto scuola, circa 85 milioni di euro, per dare in comodato d’uso agli studenti più in difficoltà pc e dispositivi digitali per la didattica a distanza. Aiuti anche ai tassisti e a colo che lavorano nei NCC. Per alberghi, villaggi turistici, ostelli, rifugi, i ristori saranno al 150%.

aiuti economici 1
photo web source

Una media di aiuti economici che dovrebbe soddisfare i commercianti, anche se non bastano comunque a pagare la perdita di clienti, almeno fino al 24 novembre, data di scadenza del Dpcm corrente.

Fonte: ansa.it

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]