Data per morta, si risveglia all’obitorio dentro la sacca nera… Shock!

obitorio-436.jpg_415368877

Una donna di 91 anni è stata dichiarata deceduta dal medico legale.
Ma dopo circa 12 ore si è “risvegliata” senza spiegazioni plausibili. La strano fatto è accaduto e raccontato dal tabloid polacco Fakt.pl: Janina Kolkiewicz, l’arzilla nonnetta che vive nella Polonia orientale, ritenuta morta dalla dottoressa Wieslawa Czyz, è portata all’obitorio; informata la famiglia, i parenti hanno contattato le pompe funebri per organizzare il funerale.
Sono stati proprio gli addetti alle esequie a notare che quella “body bag” (la sacca nera in cui vengono messi i cadaveri) nella sala frigorifero si muoveva. Aperto il sacco, hanno trovato l’anziana viva. “Ero sicura che fosse morta – ha dichiarato la dottoressa – non riesco a capire cosa sia successo. Il suo cuore non batteva più e non c’era alcuna traccia di attività respiratoria”. La nipote di Janina, Bogumila Kolkiewicz, ha raccontato che la nonna “non ricorda nulla, aveva molto freddo e ha chiesto una tazza di tè caldo”. La polizia ha avviato un’indagine su quanto accaduto.