Covid: che estate ci aspetta? C’è chi dà speranza e chi invece no

Tra fiducia nel vaccino e nella profilassi di massa, in modo da riprendere in estate le attività, c’è anche chi smorza l’entusiasmo.

matteo bassetti
Il dottor Matteo Bassetti – photo web source

Il dottor Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, ferma gli entusiasmi: “La normalità è ancora lontana”. Da un lato il Ministro Speranza che si dichiara ottimista, dall’altro i virologi che non allentano l’allarme. Chi avrà ragione?

La pandemia e la speranza con l’arrivo dell’estate

Dopo un anno dall’inizio della pandemia, la situazione non sembra migliorare, se non in minima parte. L’arrivo dei vaccini sì, ma nel nostro Paese una campagna vaccinale che va a rilento. Poche dosi rispetto alle necessità di ogni Regione, e la paura degli effetti collaterali degli stessi che intimorisce i cittadini. A chi dare ascolto?

Il Ministro della Salute, Speranza, si è detto “ottimista” per l’estate, quando buona parte della popolazione dovrebbe esser vaccinata e le attività, con moderazione, dovrebbero riprendere.

Ma c’è anche chi, come il dottor Bassetti, smorza subito gli animi: “Sul fatto di essere fiducioso per l’estate, Speranza è stato forse troppo ottimista. In questo momento è giusto che dia messaggi rassicuranti, però dal punto di vista operativo l’estate è dietro l’angolo. E’ del tutto utopico pensare di tornare alla normalità” – spiega.

Il dottor Bassetti: “Mettiamo, prima, in sicurezza gli italiani”

Bassetti, precisa, inoltre, il vero e proprio obiettivo urgente per l’Italia: “Mettere in sicurezza italiani e prepararci per l’inizio dell’autunno”.

La confusione fra i cittadini è tanta: stiamo procedendo nella giusta direzione, iniziando a vedere la luce in fondo al tunnel, o la strada è ancora tanto lunga? La voce dei medici e del personale sanitario, le immagini che scorrono ai tg, ci fanno vedere ancora un’Italia in affanno, con i reparti di terapia intensiva ancora pieni, e dall’altro lato le varianti del Covid che ancora corrono, facendo aumentare i positivi.

Speranza: “Sarà un’estate diversa”

Una Nazione quasi completamente in zona rossa, la campagna vaccinale che stenta a decollare…ma il Ministro è fiducioso per l’inizio del ritorno alla normalità in estate. “Con ogni probabilità, faremo un’estate diversa rispetto alle giornate che stiamo attraversando ancora oggi con le restrizioni” – aveva dichiarato il Ministro Speranza.

Non la vede così Bassetti, che ci mette, anche, in guardia da una possibile quarta ondata: “Sarebbe davvero pesante, soprattutto se ci arrivassimo senza essere immunizzati” – conclude.

LEGGI ANCHE: Crisanti e Bassetti: “Non si è fatta prevenzione. Ora al punto di prima”

I cittadini a chi danno ascolto?

La prossima estate? È ancora lontana. Iniziamo a guardare al presente, ancora lungo e difficile da attraversare, dove la terza ondata ci sta travolgendo a pieno.

Insomma: tante opinioni, tanti virologi, tante parole diverse l’una dall’altra. E in mezzo ci sono i cittadini. I quali restano con i piedi per terra, ma alzano il loro sguardo al cielo, pregando Dio che tutto questo possa finire al più presto, e che nessuno più trovi la morte a causa di questo terribile e sconosciuto virus.

LEGGI ANCHE: Bassetti preoccupato per la pericolosità delle varianti Covid

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]