Cosa succede oggi a Medjugorje?

Cosa succede oggi a Medjugorje?
Medjugorje

Oggi, a Medjugorje, è un giorno solennissimo, in cui si ricorda la prima apparizione della Regina della Pace, avvenuto ben 37 anni fa, sotto gli occhi di sei ragazzi.
Ma, quel luogo, è anche un territorio fertile per le incredulità e non possiamo dimenticarlo.

Si contano 47 mila apparizioni mariane, che dividono i fedeli e la chiesa, che sono continuamente argomento di discussione e di dibattito, tanto più ora che Monsignor Henryk Hoser, Arcivescovo emerito di Warszawa-Praga (Polonia), è stato nominato Visitatore Apostolico a carattere speciale, per la parrocchia di Medjugorje, a tempo indeterminato.
Cosa vorrà dire tutto ciò? -si chiedono in molti.
Il Santo Padre è più vicino a quel luogo o più preoccupato, per le testimonianze di coloro che frequentano Medjugorje periodicamente?

L’indifferenza si sta superando, tenendo conto dei 3 milioni di devoti che, ogni anno, visitano quei posti?
Monsignor Greg Burke, portavoce della Santa Sede, replica, intanto, che, la nomina di Monsignor Hoser, non incide sulla “autenticità delle apparizioni, cioè non riguarda la questione dottrinale”.
Lui, infatti, che si è occupato, in altre circostanza e in altri luoghi, delle apparizioni mariane, mostra di seguire benevolmente i messaggi dei veggenti, ma sembra che sia a Medjugorje solo per questioni pastorali.

Il primo ad essere contrario e a dichiarare assolutamente false le apparizioni della Regina della Pace è, come sempre, il Vescovo della Diocesi di Mostar-Duvno, Monsignor Ratko Peric, che non si fa scrupoli a scriverlo sul sito diocesano.
Il Vescovo Peric racconta l’excursus delle vicende, accadute ai sei veggenti, dei loro discorsi, delle loro descrizioni, per concludere che “non si tratta di vere apparizioni della Beata Vergine Maria”.

Pare che lui sia stato in grado di evidenziare moltissime incongruenze, nelle rivelazioni dei veggenti e, dunque, in quelli che dovrebbero essere i messaggi della Madonna.
Fatto sta che, come si è ripetuto più volte, l’intervento di Maria nel mondo è misurato attraverso i frutti di conversione e le guarigioni fisiche e spirituali. E Medjugorje ne vanta a dismisura.

Antonella Sanicanti