Cosa nasconde Justin Bieber

Quando una Star mondiale parla di conversione, si cita lei/lui moltissimo, cercando, spesso, di utilizzare quel pretesto per mostrare al mondo, come, dal lusso e dal vizio, si possa, poi, anche tornare al Padre.

Si parla tanto -e certamente non a torto– di pratiche medianiche, celate dietro quelle mediatiche, e questo proietta tutti in uno scenario molto pericoloso, che contribuirebbe a nutrire le truppe del male.

Come accade quasi sempre -ed è questo il caso anche di Bieber, non è chiaro ciò che si vuole comunicare al pubblico: Una conversione, un’inversione di marcia verso la fede vera? Un nuovo slogan per un salto di carriera? Un discorso su Cristo, pretesto per denunciare una piaga dilagante come la pedofilia, anche del mondo dorato dello show business?

In effetti il giovane cantante (arrestato tempo fa per aver aggredito un autista) si sta comportando stranamente e non ne spiega chiaramente il motivo: ha annullato un suo Tour mondiale (ben 15 tappe); dice di volersi convertirsi al cristianesimo e consacrarsi totalmente al Signore, di volere “vivere come Gesù”; si  è recato a Sidney, per un incontro internazionale della Hillson Church, ma poi, in un post che potrebbe spiegare le sue ragioni, non cita assolutamente il Signore, ma la sua voglia di diventare “sostenibile”.

Cosa significhi non lo spiega, nemmeno dopo due milioni di like e tanti commenti; forse che la sua mente e il suo cuore vogliano tornare alla naturalezza?

Le cose diventano sempre più complicate, quando la Star fa, poi, cenno alle storie di pedofilia, cui dovrebbero sottostare molti esordienti: “Mi è stato detto che quelle scene vengono segretamente filmate: una volta che hanno in mano un video, in cui ci sei tu che fai simili cose, è te che hanno in pugno.”.

La rivelazione non sarebbe sorprendente, poiché tante altre celebrità, prima di lui, avrebbero denunciato i fattacci. Fatto sta che nessuno, al momento, sa cosa capiti a Bieber e il perché del suo stato d’animo.

Noi speriamo che stia vivendo quello “scossone” salutare che gli faccia volgere gli occhi al cielo e gli offra sostegno, perchè sappia difendersi dalle insidiose trappole, presenti nel suo ovattato mondo, come nel nostro.