Cosa lega Comastri e Madre Teresa alla Medaglia Miracolosa – VIDEO

Tanti sono gli aneddoti legati alla Medaglia Miracolosa e alla vita dei Santi, raccontati dal cardinale Comastri. 

Una di queste è Madre Teresa di Calcutta. Lei era molto legata alla Medaglia, tanto da portarne sempre una in tasca. E fu proprio lo stesso Comastri ad esser dalla religiosa rassicurato che, quell’intervento che doveva subire, sarebbe andato bene.

Comastri e la devozione a Maria

Il Cardinale Comastri ha, più volte, raccontato e spiegato la sua devozione a Maria, anche attraverso aneddoti di vita vissuta. Ma c’è un particolare che, in pochi sanno: quello della Medaglia Miracolosa. Il prelato ha deciso di raccontare proprio alcuni aneddoti relativi a questa piccola immagine di Maria e di come, anche, alcuni Santi ne fossero devoti.

Medaglia Miracolosa: quanto era devota Madre Teresa

Madre Teresa di Calcutta era tanto legata a questa medaglia, evidentemente non perché è un porta fortuna sia chiaro, ma perché serve come richiamo e memoria che Maria è madre e che Maria ci sta vicino, come una madre lo è con i suoi figli” – spiega il cardinale.

card.comastri
photo Getty Images

“Nel 1993 dovevo operarmi al cuore”

Racconta, poi, un aneddoto dedicato alla sua vita, quell’operazione al cuore subita nel 1993: “Dovetti affrontare un intervento al cuore […] ricordo che avevo tanta paura. Allora telefonai a Madre Teresa. Lei mi disse: “Vai sereno. Ti mando un’immagine della Madonna. E mi inviò la medaglietta della Madonna Miracolosa, che poi ho messo sul mio anello” – spiega il prelato.

Ma ascoltiamo dalle sue vive parole come, poi, abbia ringraziato Madre Teresa di questo suo preziosissimo dono.

Video: telepace

LEGGI ANCHE: Supplica alla Madonna della Medaglia Miracolosa da recitare ogni 27 del mese

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]