Coronavirus, Tremonti: “creato da una setta di fanatici che ora dà lezioni”

Il duro attacco del prof. Tremonti contro il pensiero unico dominante mondialista, colpevole di avere creato il virus e che ora vuole dare lezioni su come rimediare.

photo web source

Il professore Giulio Tremonti, ex ministro delle finanze italiano, durante il talk show Stasera Italia ha attaccato duramente quei poteri economici internazionali che non solo dalla pandemia, come noto, hanno tratto enormi guadagni, ma che sono allo stesso tempo anche i diretti responsabili della diffusione del virus in tutto il pianeta.

L’attacco di Tremonti: chi ha causato il virus ora ci dice come rimediare

Poteri che non mettono i loro volti in prima linea ma che sono ben concreti e reale, e che ora punterebbero ad espandere ancora più il loro dominio su tutti i Paesi, grazie alla globalizzazione e ai mercati finanziari, offrendo soluzioni per affrontare e risolvere la tragica pandemia, che ha causato nel mondo quasi un milione di decessi.

“Hanno aperto la scatola del coronavirus a Wuhan, che si disperde per il mondo”, ha tuonato Tremonti. “Hanno messo il camice, e ora ci dicono come rimediare. Io francamente trovo inaccettabile che uno si alzi e dica: abbiamo sbagliato, la globalizzazione è stata fatta troppo presto, con violenza, abbiamo aperto tutto. Come diceva il vecchio Marx, lo stregone non riesce più a dominarne le forze. Adesso vengono a farci lezione”.

L’ex ministro Giulio Tremonti – photo web source

Tremonti: c’è uno stretto legame tra globalizzazione e Coronavirus

Per Tremonti, quindi, come dimostrato in più occasioni, c’è una stretta correlazione tra la globalizzazione in atto, che punta a sradicare ogni genere di identità, da quelle nazionali a quelle sessuali fino a quelle religiose, smantellando così anche ogni tradizione e cultura, e l’epidemia scaturita dai laboratori cinesi di Wuhan, di cui in realtà era partecipi anche l’Organizzazione mondiale della Sanità.

La stessa organizzazione che ora, da mesi, vorrebbe dire all’intero pianeta come salvaguardarsi dal contagio. Arrivando a prendere posizioni ridicole e irricevibili. Basta pensare le continue indicazioni sul “saluto anti-contagio“, passando dal saluto col gomito a quello con “la mano sul cuore”, fino alle volgari e irricevibili indicazioni sul “sesso sicuro”, con la mascherina, senza baci, da soli e altre oscenità di questo genere.

photo web source

Il pensiero unico globale sta crollando con il coronavirus

La definizione di Giulio Tremonti, espressa durante il programma di Barbara Palombelli, dei poteri che governano il mondo dalla caduta del Muro di Berlino in poi, è tanto brutale quanto diretta e chiarificatrice. Per Tremonti si tratta di “una setta di fanatici globalisti e monetaristi che da 30 anni ha disastrato il mondo illudendolo. Ha causato il disastro, e invece di chiedere scusa ora ci spiegano che cosa va fatto”.

“Nel mondo occidentale, e non solo in Europa, la classe dominante ha creato un mondo globale, e quindi una lingua globale. Oltre che un pensiero unico. Che sta crollando con il virus e con la pandemia”, ha continuato Tremonti. Spiegando, inoltre, che tutto “era stato detto: troppo veloce, troppo forte, tanto. Non hanno ascoltato”.

Coronavirus carestia paesi ricchi

“Nel 2009 il governo italiano presentò un testo, votato dall’Ocse”, ricorda l’ex ministro dell’economia. “Un trattato sulle regole, che diceva, per esempio, che serve il rispetto delle regole ambientali e igieniche. Quella bozza del governo italiano fu bocciato dall’Ocse e dal mondo finanziario“.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]