Coronavirus: la preghiera, da recitare oggi, alla Madonna della Lettera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:14

Nell’emergenza Coronavirus, innalziamo le nostre preghiere a Dio, chiedendo l’intercessione dei Santi.

madonna della lettera
photo web source

Preghiamo la Madonna della Lettera affinchè ci dia protezione e salute in questo difficile momento storico, a causa di questa nuova epidemia.

Coronavirus: preghiamo la Madonna della Lettera

Un momento storico difficile, quello che stiamo vivendo. L’epidemia da Coronavirus si sta espandendo sempre di più. Con la chiusura e la limitazione anche delle Celebrazioni Eucaristiche nelle singole parrocchie, ogni cristiano deve rafforzare la preghiera intima e personale.

Preghiamo la Madonna della Lettera, insieme alla città di Messina che, oggi, a Lei si affida. Durante la Celebrazione Eucaristica delle ore 11 nel Santuario di Montalto, infatti, al termine, verrà recitata una preghiera alla Madonna.

La preghiera – inno

O Vergine Maria, donna della luce e della vita, dolcissima Madre, o Madonna della Lettera, siamo davanti a te quali figli devoti in contemplazione del tuo Figlio, Gesù, che tieni teneramente tra le braccia.

Facci innamorare di Cristo. Poni nel nostro cuore un ardente e insaziabile desiderio di conoscere, di amare e di servire Gesù, Salvatore e Signore della nostra vita. Ottienici la grazia di una vita santa, spesa interamente per Dio e per i fratelli.

Nel segno della nuova evangelizzazione noi vogliamo, o Madre della Lettera, portare a tutti l’annuncio del Vangelo, unica verità che libera. che promuove umanità, che dà senso alla vita.

Guarda, o Maria, questa città e questa Diocesi: il tuo sguardo d’amore e di benevolenza ci ottenga dal tuo Gesù la grazia di una santità diffusa,di un impegno proficuo per un sano ed equilibrato sviluppo socio-economico,  per una politica al servizio dell’uomo e del territorio, per una progettualità ecclesiale di comunione effettiva ed affettiva.

Donaci. o Vergine Madre della Lettera, il tuo Spirito di fede, la forza della tua speranza senza smagliature, la carica spirituale della tua fervida e operosa carità per essere qui ed oggi epifania di Cristo, testimonianza credibile del Vangelo.

Sciolgo, oggi, nella preghiera e nel proposito di servire la causa del Vangelo, il mio debito di ringraziamento per gli anni splendidi vissuti in questa Santa Chiesa di Messina sotto il tuo vigile, materno sguardo, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria, cara, dolcissima Madonna della Lettera.

ROSALIA GIGLIANO

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]