Coronavirus: a 101 anni è guarito il paziente più anziano d’Italia

    Un nonnino di Rimini, con i suoi 101 anni, è diventato il paziente italiano più anziano a sconfiggere il Coronavirus, una notizia che dona speranza.

    (Websource Archivio)

    Il forte paziente riminese è anche, insieme ad un coetaneo cinese, il più anziano ad essere guarito dal Covid-19 in tutto il mondo.

    Anche gli anziani possono guarire dal Coronavirus

    Abbiamo appreso, con grande tristezza nel cuore, che purtroppo nessuno, nemmeno i giovanissimi, è immune al Coronavirus. Inizialmente si pensava che le difese immunitarie più forti dei giovani permettessero di contrastare più efficacemente il Covid-19. Le statistiche dicevano che nei ragazzi si sviluppavano sintomi lievi e che difficilmente si arrivava a forti complicanze. La settimana scorsa, però, è morta Julie (16enne francese senza malattie pregresse), qualche ora fa è morto Victor Godinho, 14enne atleta di futsal.

    Leggi anche ->Coronavirus: dai numeri segnali incoraggianti. Ma siamo nelle mani di Dio!

    Sempre settimana scorsa, però, c’è stato spazio anche per la speranza. Sin dall’inizio della diffusione di questa pandemia, infatti, si è detto che i soggetti più a rischio sono gli anziani. In queste settimane migliaia di persone in età avanzata hanno perso la vita e quotidianamente se ne aggiungono altre. A Rimini, però, c’è stato un uomo di 101 (nato nel 1919) che ha sconfitto il contagio dopo solo una settimana di ricovero.

    Leggi anche ->Coronavirus, anziano esulta dopo la guarigione: la foto simbolo di speranza

    La gioia del vicesindaco per la guarigione dell’anziano cittadino

    Se è vero dunque che nessuno è salvo da gravi conseguenze in seguito alla contrazione del Covid -19, è vero anche che nessuno è spacciato in partenza. Lo sottolinea, nel comunicare la guarigione dalla malattia del 101enne, il vicesidaco Gloria Lisi: “In pochi giorni è diventato ‘la storia’ anche per i medici, gli infermieri e tutto il personale sanitario. Una speranza per il futuro di tutti noi nel corpo di una persona ultracentenaria, quando le cronache tristi di queste settimane raccontano meccanicamente ogni giorno di un virus che si accanisce soprattutto sugli anziani. Il signor P. ce l’ha fatta. La famiglia lo ha riportato a casa ieri sera. Ad insegnarci che neanche a 101 anni il futuro è scritto”.

    Come darle torto, il paziente, nato nel 1919, ha vissuto i primi anni in piena emergenza sanitaria, quando cioè l’influenza spagnola imperversava in Europa facendo più vittime della Guerra Mondiale. Da ragazzo è sopravvissuto alla Seconda guerra mondiale ed ora è il più anziano ad aver sconfitto la malattia più pericolosa degli ultimi decenni. Non si può non essere felici per lui e non si può non sottolineare come la sua storia possa divenire simbolo della lotta al Covid-19.

    Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

    Luca Scapatello

    La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it