CONSACRAZIONE AL SANGUE DI GESÙ CRISTO

 

 

(in preparazione al 1° Luglio)

 

 

 

In attesa della solennità del 1° Luglio, ricordiamo il valore incommensurabile, per tutti i cristiani, dell’appellarsi al Preziosissimo e purificatore Sangue di Cristo. Memori del dono che Gesù ci ha fatto sotto la croce, quando per noi ha accettato di morire, consideriamo il suo Sangue come il segno più grande della sua opera e in esso poniamo ogni giorno le intenzioni, le preghiere, le nostre intere vite, quelle dei nostri cari, le situazioni più disparate e disperate, perché, per mezzo della grazia di salvezza promessa, possano distanziarsi dagli influssi malefici e da ogni loro impedimento.

Ricordiamo anche che, porre tutto il nostro “pensiero giornaliero” nel Sangue di Cristo ci assicura protezione da inganni e preghiere sbagliate; evita, soprattutto, che le parole spese, senza saperlo, per persone poco devote o votate al male, si riversino malamente contro di noi.

Questa è l’azione più importante del Preziosissimo Sangue: la capacità e la sicurezza di difenderci dagli attacchi del male che involontariamente potremmo innescare o provocare.

Ecco allora che la Consacrazione al Sangue di Cristo risulta quanto mai opportuna:

Signore Gesù che ci ami e ci hai liberati dai nostri peccati con il tuo Sangue, Ti adoro, Ti benedico e mi consacro a Te con viva fede. Con l’aiuto del tuo Spirito m’impegno a fare di tutta la mia esistenza, animata dalla memoria del tuo Sangue, un servizio fedele alla volontà di Dio per l’avvento del tuo Regno.

Per il tuo Sangue, versato in remissione dei peccati, purificami da ogni colpa e rinnovami nel cuore, perché risplenda sempre più in me l’immagine dell’uomo nuovo, creato secondo giustizia e santità.

Per il tuo Sangue, segno di riconciliazione con Dio tra gli uomini, rendimi docile strumento di comunione fraterna.

Per la potenza del tuo Sangue, prova suprema della tua carità, dammi il coraggio di amare Te e i fratelli fino al dono della vita.

O Gesù Redentore, aiutami a portare quotidianamente la croce, perché la mia goccia di sangue, unita al tuo, giovi alla redenzione del mondo.

O Sangue divino, che vivifichi con la tua grazia il corpo mistico, rendimi pietra viva della Chiesa. Dammi la passione dell’unità tra i cristiani. Infondimi nel cuore grande zelo per la salvezza del mio prossimo. Suscita nella Chiesa numerose vocazioni missionarie, perché a tutti i popoli sia dato di conoscere, amare e di servire il vero Dio.

O Sangue preziosissimo, segno di liberazione e di vita nuova, concedimi di preservare nella fede, nella speranza e nella carità, perché, da Te segnato, possa uscire da questo esilio ed entrare nella terra promessa del Paradiso, per cantarti in eterno la mia lode con tutti i redenti. Amen.