Conficcano degli spilli nel corpo di una bambina, sapete Perchè ?

Certe storie sembrano assurde e lontane dalla nostra cultura, poi però si scopre che sono state riportate da giornali locali, e non solo, e che ce n’è traccia su internet e in molti blog.

Notizie come questa, tra l’altro, servano almeno a far riflettere, su come il maligno non sia poi tanto lontano dalla nostra realtà, dalle nostre vite quotidiane; certamente non è affatto una favoletta medioevale, come molti vorrebbero farci pensare.

Arriva dal Bengala la news che parla di una piccola vittima, una bambina torturata da un rito di magia nera e salvata per miracolo, dopo un ricovero in ospedale.

Ha solo tre anni, la piccola, ed era stata ricoverata per un braccio fratturato, ma quello che si è scoperto, in seguito al suo ingresso in ospedale, ha lasciato tutti nello sgomento.

I dottori, facendole le lastre per appurare il danno al braccio, hanno visto che il corpo della bambina presentava numerosi spilli, in diverse parti, soprattutto tra le costole, spilli chiaramente visibili nella radiografia.

La bambina è stata operata immediatamente all’ospedale di Kolkata; il lungo l’intervento è riuscito bene e le ha salvato la vita, anche se ci vorrà un po’ di tempo perché si rimetta del tutto.

Dopo l’accaduto, sono state molte le ipotesi fatte sulla possibile provenienza di quelle spille e di come siano finite del corpo della bambina. I giornali riportano che si sarebbe trattato di un rito di magia nera. Sono scattate allora le indagini, che hanno, per ora, portato all’arresto di un uomo di 50 anni, il datore di lavoro della madre della bambina.

Secondo gli inquirenti, è stato lui ad infliggere quella tortura alla piccola, evidentemente lei era la vittima perfetta per la sua magia: un corpicino innocente da sacrificare al demonio.

Quelle spille erano nel suo copro da almeno tre settimane; pensate a quante infezioni potevano causarle, prima di portarla alla morte, per non parlare del danno spirituale!