Commento alla Parola di oggi: “Rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:25

“Rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele”. Questa la Parola del Signore di oggi, tratta dal Vangelo secondo Matteo.

Il Vangelo di oggi ci dice

Il Signore manda a chiamare i discepoli, gli dona i poteri di guarigione e liberazione, dunque l’invia a predicare per annunciare l’arrivo del Regno dei Cieli.

Dopo aver a lungo insegnato, Gesù manda a chiamare i dodici apostoli. Il Messia sa che è giunto il momento di mandarli in missione per diffondere il Vangelo. Prima che vadano conferisce loro il potere di guarire gli infermi, di scacciare i demoni dai corpi dei posseduti e di difendersi dagli attacchi del demonio. Poi dà loro una direttiva ben precisa: devono andare per le strade d’Israele a recuperare le pecore perdute per annunciare loro che il Regno dei Cieli è vicino.

Dal Vangelo secondo Matteo (10, 1-7):

In quel tempo, chiamati a sé i suoi dodici discepoli, Gesù diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, colui che poi lo tradì. Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: «Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino»

Commento alla Parola di oggi

Il Regno di Dio dovrà coinvolgere tutta l’umanità, ma prima che questo avvenga Gesù seleziona 12 apostoli ai quali mostrare i segni e ai quali predicare la verità. Dopo averli portati con sé, aver insegnato loro ed aver mostrato guarigioni e liberazioni miracolose, il Cristo li manda in Missione. Loro avranno il compito di continuare la divulgazione della Parola di Cristo, dovranno affrontare insidie e persino morire nel suo nome. Per farlo avranno bisogno di poteri sovrannaturali ed è per questo che Gesù gli trasferisce le sue stesse capacità.

Il mondo verrà coinvolto nel Regno dei Cieli, ma prima che accada le pecore sperdute del popolo d’Israele vanno riportate dal pastore. Questo è esattamente il primo compito che Gesù affida agli apostoli. Compito che verrà successivamente passato ai loro successori e a tutti i credenti. Il Messia, infatti, spiegherà loro che chiunque lo voglia seguire ha il compito di donare agli altri i doni che hanno ricevuto da Dio.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]