Commento alla Parola di oggi: “E’ lecito fare del bene o fare del male”

“Domando a voi: in giorno di sabato, è lecito fare del bene o fare del male, salvare una vita o sopprimerla?”. Questa la Parola del Signore di oggi.

Il Vangelo di oggi ci dice

Gesù chiede ai farisei se per rispettare la regola del sabato sia giusto lasciare un soffrire o addirittura morire una persona.

Mentre insegnava alla Sinagoga, un uomo con la mano paralizzata di avvicina a Gesù e gli chiede di guarirlo. Il Messia attende, sa che i farisei attendono un suo passo falso per accusarlo, e chiede direttamente a loro se sia lecito guarirlo di sabato. Questi non rispondono e Cristo, provando pena nei loro confronti, lo guarisce in ogni caso. I farisei, allora, cominciano ad urlargli contro e a discutere su quale sia la pena da infliggere al Cristo per non aver rispettato la legge.

Dal Vangelo Secondo Luca (6, 6-11):

Un sabato Gesù entrò nella sinagoga e si mise a insegnare. C’era là un uomo che aveva la mano destra paralizzata. Gli scribi e i farisei lo osservavano per vedere se lo guariva in giorno di sabato, per trovare di che accusarlo. Ma Gesù conosceva i loro pensieri e disse all’uomo che aveva la mano paralizzata: «Àlzati e mettiti qui in mezzo!». Si alzò e si mise in mezzo.

Poi Gesù disse loro: «Domando a voi: in giorno di sabato, è lecito fare del bene o fare del male, salvare una vita o sopprimerla?». E guardandoli tutti intorno, disse all’uomo: «Tendi la tua mano!». Egli lo fece e la sua mano fu guarita. Ma essi, fuori di sé dalla collera, si misero a discutere tra loro su quello che avrebbero potuto fare a Gesù.

Commento alla Parola di oggi

Ancora una volta ci troviamo di fronte ad un passo del Vangelo in cui Gesù va in aperto contrasto con i “Dottori della Legge”. Questi, infatti, avevano una visione rigida e ristretta della Legge di Dio e non ammettevano alcuna deroga, nemmeno di fronte a sofferenza e morte. Gesù, però, sa che la legge primaria che Dio ci chiede di rispettare è l’amore verso il prossimo. Così non si curava delle critiche e delle accuse, ma guariva e faceva del bene anche se questo andava contro le regole. Nulla è più importante dell’amore e del bene nei confronti del prossimo, chiediamo a Dio di darci la grazia di riuscire a fare sempre del bene verso i nostri fratelli.

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]