Vangelo di lunedì 20 settembre: riflessione di Paolo de La Luce di Maria – Video

Gesù ci dice proprio questo: a volte voi esagerate nei formalismi, ma non fate cose nel concreto, non vivete nella grazia di Cristo.

Riflessioni di Paolo de La Luce di Maria

Questo Vangelo è come un monito: Gesù ci dice di considerare che noi, essendo cristiani, siamo portatori di luce, come la lampada descritta nel Vangelo. Non dobbiamo nasconderci: non dobbiamo fare i “cristiani nascosti” o i cristiani che non fanno opere di carità, non fanno opere cristiane.

Non possiamo non andare in Chiesa o dire di essere cristiani e poi tradiamo i nostri ideali, i nostri valori, la nostra moglie o il nostro marito, fidanzata o fidanzato… Credo che Gesù ci dica proprio di metterci alla luce, che significa non stare nelle tenebre. Infatti dice: “Non c’è nulla di segreto che non sia manifestato, nulla di nascosto che non sia conosciuto”.

La vera ricchezza

Come a dire: è inutile mentire o nascondersi, perché tutto quello che farai nell’ombra verrà visto alla luce. E quindi ci dice: Fate attenzione dunque a come ascoltate; perché a chi ha, sarà dato, ma a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere.

Che significa? Se io in questa vita ho una comodità economica, devo pensare che un domani, comunque, non ce l’avrò più, mi verrà tolta. Eppure, può succedere che a causa di questa comodità economica che posso avere, io divento un ipocrita, comincio a mentire, a speculare sulle persone, a dire cose solo con un interesse di tornaconto economico.

Questo Vangelo ci dice che a chi in quel momento non ha, cioè a chi in quel momento è lontano dalla grazia, verrà tolto tutto. Possiamo pensare davvero: “Oggi ho la ricchezza”? Domani ti verrà tolta! La ricchezza che credi di avere non l’avrai per sempre, e tu stai fondando la tua vita su una cosa che passa, dimenticandoti che c’è una cosa che resta, che è la vita eterna che ci dà il Signore, la sua gloria, la sua promessa.

Vivere nella grazia di Cristo

Questo Vangelo dice delle cose apparentemente ovvie, ma anche scandalose, perché spesso noi non riusciamo a vivere come Gesù dice. Chi di noi è retto al 100%, chi di noi è fedele al 100%, chi di noi non dice una menzogna o una cosa per comodo? Credo sia difficile non farlo.

Gesù ci dice proprio questo: a volte voi esagerate nei formalismi, ma non fate cose nel concreto, non vivete nella grazia di Cristo. Credo che oggi Gesù ci stai chiedendo di avere la consapevolezza di essere portatori e figli di questa luce. Gesù credo che oggi ci stia indirizzando verso la via della salvezza, lo sta facendo anche tramite la considerazione che dice che non ci sarà nulla che non sarà svelato.

Tutto questo è grande ed è una bellissima cosa: ci sarà la giustizia eterna. Quindi se oggi sei nella menzogna, fratello, sorella: via, buttala via! Perché una menzogna lasciata sulla terra non te la porti in Cielo, in paradiso o in purgatorio, te la tieni qui. Allora il consiglio è quello di ricomporre i rapporti dove possiamo fare qualcosa: cerchiamo di rimanere fedeli, sinceri, leali e soprattutto credenti in Gesù, unica salvezza, unica via, verità e vita.

Sia lodato Gesù Cristo.

Redazione

Paolo è il fondatore della Luce di Maria, è un laico, padre di famiglia e sposato in chiesa.
Tutte le sere alle ore 00:00 recita in diretta Facebook e Youtube de La Luce di Maria, il Santo Rosario che accompagna con delle riflessioni spontanee sulla Parola del Vangelo del giorno a venire.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]