COMMEMORAZIONE DEI FEDELI DEFUNTI, 2 NOVEMBRE

Si tratta della Commemoratio Omnium Fidelium Defunctorum ed indica la celebrazione fatta in ricordo di qualunque anima ci abbia preceduto nel viaggio verso il cielo.

Nessuno di noi deve dimenticare i propri cari, e di pregare per la loro anima, chiedendo a Dio la grazia di avvicinarli alla gloria del cielo, annientando ogni sorta di peccato, non ancora rimesso, che possa separarli dal Sommo Bene.

Per questo motivo (e non solo in questo giorno), seguendo le disposizioni della chiesa, si possono ottenere le indulgenze in favore dei defunti.

Ricordiamo che nessuno di noi può intendersi separato dai propri antenati. La nostra storia umana è intessuta alla loro, così come quella “eredità familiare” che contraddistingue la formazione spirituale di ognuno di noi.

Perciò, agevolare il loro passaggio alla beatitudine eterna gioverà, un giorno, anche a noi.

La ricorrenza della Commemorazione dei Fedeli Defunti si fa risalire a Sant’Odilone di Cluny, l’abate che, nel 998, decise, secondo la Regola Cluniacense (di ispirazione benedettina), che le campane dell’abbazia suonassero con rintocchi funebri, dopo i vespri dell’1 Novembre, per celebrare, appunto, i defunti e con l’intenzione di offrirsi, il giorno dopo, di prendere l’Eucaristia pro requie omnium defunctorum.

Qualche tempo dopo l’usanza venne estesa a tutta la Chiesa Cattolica; originariamente, del XIV secolo, era denominata Anniversarium Omnium Animarum.

Nel porre sempre molta attenzione e tanto affetto al ricordo di quelli che, nella nostra famiglia o tra i conoscenti, ci hanno già lasciato, non manchiamo mai di affidarli alla Misericordia Divina, che li rinfranchi e li renda puri, come Dio vuole.

 

PREGHIERA PER LIBERARE LE ANIME DEL PURGATORIO

Davanti al crocifisso, recitata 33 volte, libera 33 anime del Purgatorio, il Venerdì Santo;  recitata 50 volte, libera 5 anime del Purgatorio, ogni venerdì.

Ti adoro o Croce Santa, che fosti ornata del Corpo Sacratissimo di Gesù Cristo; coperta e tinta del Suo Preziosissimo Sangue.

Adoro Te mio Dio, posto in croce per me.

Ti adoro, o Croce Santa, per amore di Colui che è il mio Signore. Amen.

 

PREGHIERA PER LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA

Signore, tu mi hai tolto la persona che mi era tanto cara in questo mondo.

Io l’amavo e speravo di godere per lungo tempo della sua presenza. Tu hai disposto diversamente e sia fatta la tua volontà.

Il solo conforto che provo nella sua perdita e’ che tu l’hai ricevuta nel seno della tua Misericordia e ti degnerai un giorno di unirmi ad essa.

Se un resto di soddisfazione per le sue colpe la trattenessero ancora nelle pene e le impedisse di riunirsi a te, io ti offro a suo vantaggio tutte le mie preghiere e le mie opere buone e soprattutto la mia rassegnazione per questa perdita.

Tu hai preso, Signore, ciò che ti apparteneva. Custodisci la persona a me tanto cara nella vita eterna, per la tua gloria, per la sua gloria e per la mia consolazione. Amen