Città di Castello: magrebino resiste violentemente all’arresto – VIDEO

Città di Castello: magrebino resiste violentemente all'arresto - VIDEO
Città di Castello: tunisino nudo resiste violentemente all’arresto – VIDEO
Un video pubblicato su Facebook da un utente umbro e rilanciato anche da Massimo Bitonci, attuale ministro dell’Economia facente parte della Lega, mostra una coppia di algerini che, avvicinati da due agenti per un controllo (come riportato su ‘Il Giornale’) reagiscono violentemente. Nel video si vede l’uomo tenuto per le braccia dai due agenti che cercano di ammanettarlo. Uno dei due agenti viene distratto dalla compagna dell’uomo che gli sottrae qualcosa (probabilmente il manganello) e l’immigrato con la mano libera reagisce al tentativo di arresto gettando a terra il poliziotto e cominciando a colpirlo. Alla fine il poliziotto riesce ad avere la meglio e sta per mettergli le manette ai polsi, ma prima che lo faccia questo chiede all’agente se può rialzarsi e questo glielo concede.

L’uomo si denuda e attacca nuovamente i poliziotti

Non è chiaro cosa si dicano il poliziotto e l’altro uomo sta di fatto che la situazione sembrava essersi placata finché qualcosa ha infastidito nuovamente l’uomo che si è denudato togliendosi tutti i vestiti ed ha ricominciato ad attaccare i due agenti colpendone uno con uno schiaffo. Dopo una lunga lotta i due poliziotti riescono finalmente ad avere la meglio. Il video ha generato una bufera social e nel giro di poche ore ha raggiunto le 9161 condivisioni e le 485.555 visualizzazioni. Oltre ai semplici utenti anche alcuni politici hanno commentato l’accaduto, Bitonci, ad esempio, ha scritto molto semplicemente: “CITTA DI CASTELLO (PG) Immigrato algerino con la complicità di una donna, fa resistenza e aggredisce due agenti della Polizia di Stato…”, mentre Valerio Mancini (altro esponente della Lega) ha commentato in maniera molto più dura: “Esprimo massima solidarietà agli agenti intervenuti. Quanto accaduto è l’ennesima dimostrazione che in certe situazioni serve il pugno duro. Con la Lega al Governo certezza della pena ed espulsione di massa”.