Ci sarà l’avvertimento e poi il Grande Miracolo

 
garabandal1

 

L` AVVERTIMENTO

Conchita

14 settembre 1965

D. L’Avvertimento sarà una cosa visibile o interiore o tutt’e due le cose insieme?
R. L’Avvertimento viene direttamente da Dio e sarà visibile in tutto il mondo, in qualunque posto uno si trovi.

D. L’Avvertimento rivelerà i peccati personali di ognuno, di qualunque fede esso sia, inclusi gli atei?
R. Si, l’Avvertimento sarà come una rivelazione dei nostri peccati e sarà sentito e sperimentato egualmente da credenti e non credenti e a qualunque religione essi appartengano.

D. E’ vero che l’Avvertimento porterà molte persone a pensare alla morte?
R. L’Avvertimento sarà come una purificazione in vista del Miracolo. E sarà come una catastrofe. Ci farà riflettere sulla morte, cioè noi preferiremmo morire piuttosto che sperimentare l’Avvertimento.

D. L’Avvertimento sarà riconosciuto ed accettato dal mondo come un segno mandato direttamente da Dio?
R. Certamente, ed è per questa ragione che penso sia impossibile che il mondo sarà a tal punto indurito da non cambiare.

Ottobre 1968

D. Abbiamo sentito dire da qualcuno che l’Avvertimento potrebbe essere un fenomeno naturale che verrebbe utilizzato da Dio per parlare all’umanità. E’ vero questo?
R. L’Avvertimento è qualcosa di soprannaturale, non spiegabile scientificamente. Sarà visto e sentito (interiormente).

D. Conchita, ci puoi spiegare l’affermazione secondo cui durante l’Avvertimento riusciremo a vedere con chiarezza dentro di noi e riconoscere i peccati che abbiamo commesso?
R. L’avvertimento servirà a correggere le coscienze dell’umanità.

D. Cosa avverrà per tutti quelli che non conoscono Cristo, come potranno capire l’Avvertimento?
R. Per quelli che non conoscono Cristo (i non Cristiani) essi si render-anno conto che è un Avvertimento mandato da Dio.


I Pini di Garabandal dove avverrà il Miracolo.
1973

D. Cosa accadrà il giorno del l’Avvertimento?
R. La cosa principale in quel giorno sarà che ognuno, in ogni parte del mondo vedrà un segno, avrà una grazia o un castigo dentro di se, in altre parole, un Avvertimento. Ognuno si sentirà solo al mondo, indipendentemente da dove si trova in quel momento, solo con la propria coscienza, davanti a Dio. Allora vedranno tutti i loro peccati e quello che i loro peccati hanno causato.

D. Noi sentiremo questo tutti allo stesso momento?
R. Si, tutti allo stesso momento.

D. Quanto durerà, mezz’ora, un’ora?
R. Veramente non lo so. Penso che cinque minuti siano un tempo adeguato.

D. In che modo lo sentiremo?
R. Ognuno lo sentirà in maniera diversa, dipenderà dalla nostra coscienza. L’Avvertimento sarà un fatto molto personale e ognuno reagirà in modo diverso. La cosa più importante sarà riconoscere i propri peccati e le cattive conseguenze di essi. Voi avrete una visuale diversa dalla mia in quanto i vostri peccati sono diversi dai miei.

D. Mi accadrà qualcosa a causa dei miei peccati? Intendo dire qualche male fisico a causa del male commesso?
R. No, almeno che uno non sia colpito, a causa dello shock, da un attacco di cuore.

D. Così dunque non ci saranno conseguenze fisiche, ma l’Avvertimento consisterà nel trovarsi faccia a faccia con Dio, soli con i nostri peccati. Cosa mi dici a proposito delle buone azioni, vedremo anche quelle?
R. No, questo sarà solo un Avvertimento che riguarda i nostri peccati. Sarà come una purificazione prima del Miracolo, per vedere se con questo Avvertimento e con il Miracolo noi (inteso il mondo intero) ci convertiremo.

D. Così questo Avvertimento potrebbe arrivare in qualunque momento?
R. Si, ma non conosco la data, non so quando sarà.

Febbraio 1977

D. Quando hai saputo dell’Avvertimento e da chi?
R. L’unica cosa che ricordo bene è che è stata la Vergine a dirmelo.

D. Vuoi ripetere per noi che cosa sai circa l’Avvertimento?
R. Quello che ricordo ora, è che la Vergine mi disse che prima del Miracolo Dio ci manderà un Avvertimento per purificarci o per prepararci a vedere il Miracolo e in questo modo potremmo ricevere sufficiente grazia per cambiare la nostra vita di fronte a Dio. Mi ha anche rivelato in che cosa consistesse l’Avvertimento, ma non la data. Non sono in grado di spiegare in che cosa consisterà, ma posso dire più o meno a che cosa somiglierà. Sarà un fenomeno che può essere visto e sentito (interiormente) in tutto il mondo e dappertutto; ho sempre dato come esempio quello di due stelle che collidono. Questo fenomeno non causerà danni fisici, ma ci terrorizzerà perché in quello stesso momento vedremo lo stato delle nostre anime e il male che abbiamo compiuto. Sarà come se ci trovassimo in agonia ma non moriremo per gli effetti provocati dal fatto in se, ma potremmo morire per la paura o lo shock provocato dalla vista delle nostre anime. Voglia la Vergine perdonarmi se non riesco a spiegare bene come sarà, ma sto cercando di dirvi a cosa somiglierà l’Avvertimento in quel giorno.

D. Hai “visto” o “sentito” l’Avvertimento?
R. La Vergine mi ha detto che verrà.

D. Se l’Avvertimento durerà così poco, il mondo si ricorderà di esso come proveniente da Dio o sembrerà solo che sia stato un sogno o un’illusione?
R. Non ho mai detto che l’Avvertimento durerà un breve momento. Quello che ho detto è che anche se fosse un solo momento, sarà molto impressionante e terribile. Nessuno avrà dubbi sul fatto che venga da Dio e che non sia un fatto umano. Io che so che cosa sia ho molta paura di quel giorno.

D. Molti anni fa ci dicesti che l’Avvertimento inizia con la lettera “A”. Siccome la Vergine non ha mai detto di non rivelarlo, puoi ora menzionarlo?
R. Lei non l’ha proibito, ma non so perché non l’ho detto, né me la sento di dirlo ora.

D. Tu una volta hai detto a Padre Marcellino Andreu “Quando vedrai l’Avvertimento saprai che abbiamo iniziato la fine dei tempi”. Puoi spiegare che cosa hai inteso con questo?
R. La Vergine ci ha detto che l’Avvertimento e il Miracolo saranno gli ultimi avvertimenti o manifestazioni pubbliche che Dio ci darà. Per questo io credo che dopo di esse saremo vicini alla fine dei tempi.

D. Hai qualche consiglio da dare alle persone perché si preparino a questi eventi?
R. Noi dobbiamo essere sempre preparati con le nostre anime in pace e non legarci troppo alle cose di questo mondo. Invece dobbiamo pensare molto spesso che siamo su questa terra per andare in cielo ed essere santi.

Agosto 1980

D. L’Avvertimento non ti causerà del male?
R. No. Per me è come due stelle che si scontrano e fanno molto rumore e una gran luce ma non cadono. E’ qualcosa che non ci farà male ma lo potremo vedere. In quel momento vedremo la nostra coscienza, vedremo tutto quello che di sbagliato abbiamo fatto.

D. Vedremo tutto quello che abbiamo sbagliato?
R. Si. E vedrete anche il bene che non avete fatto.