I giornali cattolici contro Salvini / demone – Noi non partecipiamo al rogo!

SalviniAnche il cattolicissimo quotidiano “Avvenire”, che parla di ogni vicenda riguardante la chiesa italiana e nel mondo, pubblica contro Matteo Salvini.
Lo ha fatto principalmente con una discutibile striscia vignettista che raffigura Gesù, intento a liberare una bambina dal demonio. E, quando i genitori della piccola lo ringraziano per avergliela restituita, Gesù risponde che gli era bastato spegnere la Tv, dove stava andando in onda un comizio di Salvini!

Oltre a non essere affatto ironica e ad essere stata scritta da un non credente e dichiarato comunista, Staino, si beffa di un problema che nessun cristiano di buon senso dovrebbe sottovalutare, come la presenza del demonio in ogni aspetto della vita, e si arroga il diritto di appellare il Ministro degli Interni come uno degli adepti di Satana.

Capirete bene che tutto ciò non è affatto cristiano e -qualora qualcuno lo volesse definire tale- vorrebbe dire che siamo tornati indietro di secoli e secoli, ai tempi dei roghi e delle streghe.
Ma soprattutto -come stanno già facendo in molti, tra i giornalisti e gli opinionisti cristiani- ci chiediamo perché si stia paragonando il leader del Carroccio al demonio. Non è infatti la prima volta che un giornale cattolico osa tanto.

Ricordiamo, infatti, che solo qualche mese fa, anche “Famiglia Cristiana” titolava “Vade retro Salvini”, addirittura. Come ribadimmo in quell’occasione, non comprendiamo e non condividiamo affatto l’atteggiamento di coloro che voglio far passare per anti cristiano il lavoro dell’unico politico che abbia avuto il coraggio di riportare il crocifisso nelle scuole!
Al momento, ci pare che molti cristiani, che hanno la possibilità di parlare al popolo attraverso i loro articoli, non stiano facendo altro che dividere e sobillare l’opinione pubblica.

La striscia del vignettista non ci fa ridere, ma il suo maldestro tentativo di parlare di Cristo si!

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI