Breve riflessione sulla prima lettura del giorno 04-09-17

La pillola del giorno lunedì 04-09-17

1Tes 4,13-14
Non vogliamo lasciarvi nell’ignoranza, fratelli, circa quelli che sono morti, perché non continuiate ad affliggervi come gli altri che non hanno speranza. Noi crediamo infatti che Gesù è morto e risuscitato; così anche quelli che sono morti, Dio li radunerà per mezzo di Gesù insieme con lui.

Paolo non vuole che i tessalonicesi siano afflitti circa la sorte dei morti, come gli altri che non hanno speranza, ossia i pagani, i non credenti. Perché la condizione dei cristiani è definita così: “coloro che hanno speranza”. E la speranza dei cristiani, come diceva San Francesco, è certezza… La fede nel Risorto è speranza. Gesù morto e risuscitato è il fulcro di questa speranza.

Credo io fino ad avere la certezza della risurrezione dopo la morte? Vivo io spinto sempre dalla speranza in Cristo, Colui che, morendo, ha ucciso la morte e mi ha regalato la vita eterna?